Rende-Catanzaro 2-1: le dichiarazioni post partita
Data: Sab, 07 ott 2017 23:21 CEST
Argomento: Catanzaro News


Il commento dei protagonisti al termine dell'incontro
 
img_1665


Erra: A me il Catanzaro è piaciuto, un buon primo tempo e un gran secondo tempo nel quale siamo stati castigati su un episodio. La sconfitta ci lascia grande amarezza. Anche nel primo tempo potevamo fare meglio sul piano delle conclusioni ma si è visto qualcosa di buono sul piano della manovra. Nel complesso mi ritengo soddisfatto anche sul piano del carattere, il fatto è che manifestiamo alcuni errori che sistematicamente ci condannano. Da lunedì reagiremo come sempre abbiamo fatto.  Sono l’interlocutore sbagliato per chiedere se sono o meno in discussione. 

 

Ads336x280

 

Trocini: la squadra ha fatto una gran partita meritando la vittoria. Ha saputo soffrire, ha avuto buone occasioni per raddoppiare restano equilibrata anche in inferiorità . Complimenti ai miei ragazzi che hanno dimostrato di giocare con il cuore e reagire ad alcune situazioni sfavorevoli contro una squadra forte e organizzata. Sarebbe stata un’ingiustizia pareggiare per ciò che si è visto in campo e siamo stati premiati con un gol di un ragazzo appena entrato. Fatico a fare nomi per dire che ha giocato meglio, penso realmente che tutti abbiano fatto una gara sopra le righe e non poteva essere altrimenti contro un avversario di questa caratura. Anche contro il Fondi meritavamo la vittoria, oggi ci siamo ripresi solo da una carenza di risultati perché le prestazioni non sono mai mancate visto che le sconfitte arrivate sono state sempre di misura contro avversari decisamente più forti. 

 

Vivacqua: sono contentissimo a livello personale ma ancor di più per la squadra, per ciò che diamo sul campo. La gara di oggi è l’emblema del cuore e della voglia di onorare la squadra. Avevamo una voglia enorme di vincere questa gara per toglierci fuori da un periodo no. 

 

Francesco Panza

 







Questo Articolo proviene da UsCatanzaro.net
http://www.uscatanzaro.net

L'URL per questa storia è:
http://www.uscatanzaro.net/modules.php?name=News&file=article&sid=37775