Sicurezza, un finanziamento di 150 fra telecamere e lettori di targa
Data: Mer, 02 ago 2017 08:00 CEST
Argomento: Catanzaro Night News


Firma del protocollo d’intesa avvenuta in Prefettura
 


Due milioni di euro per realizzare un sistema di videosorveglianza che abbracci tutte le zone più importanti del capoluogo. “È un passaggio fondamentale”, ha commentato il sindaco Sergio Abramo a margine della firma del protocollo d’intesa, avvenuta in Prefettura, che regolamenta l’erogazione dei fondi (1 milioni e 500mila euro regionali, 500mila dal Ministero dell’Interno) e consentirà al Comune di avviare la gara d’appalto sulla base del progetto redatto dall’Ufficio tecnico di Polizia della Questura di Catanzaro col supporto del Comune e con la guida e il coordinamento del prefetto Luisa Latella.

Ads336x280

Oltre al primo cittadino e al prefetto, hanno sottoscritto il documento il vicepresidente della giunta regionale, Antonio Viscomi, e il prefetto Alessandra Guidi, vicedirettore generale della Polizia di Stato – Autorità di gestione del Piano di azione e coesione “Legalità” 2014-2020.

Erano presenti il procuratore Nicola Gratteri, il questore Amalia Di Ruocco, il presidente della Provincia, Enzo Bruno, le massime autorità militari del capoluogo e il segretario generale del Comune, Vincenzina Sica.

I due milioni di euro serviranno a installare, nei punti strategici del capoluogo, un articolato sistema di videosorveglianza costituito da 73 telecamere e 73 lettori di targa. Il raccordo del sistema verrà affidato a un’unica infrastruttura di archiviazione dei dati.

Il Sansinato, il quadrivio Nalini, il polo direzionale di Germaneto, Gagliano, Pontegrande, Janò, Siano, il Parco della Biodiversità, la rotatoria fra Santo Janni, Santa Maria e Barone sono solo alcune delle zone interessate dall’intervento. Palazzo De Nobili provvederà a garantire l’elettricità a tutto l’impianto, che si integrerà con quelli già esistenti. Una volta installato il sistema, Catanzaro raggiungerà un totale di 195 telecamere e 106 lettori di targa. La bozza del protocollo d’intesa era stata approvata la settimana scorsa dalla giunta comunale.

“È un risultato importantissimo quello raggiunto oggi – ha aggiunto Abramo -, ed è stata fondamentale la sinergia dimostrata da tutte le istituzioni coinvolte, a partire dalla Prefettura, che ancora una volta ha saputo essere sostegno attivo e concreto, grazie alla sensibilità del prefetto Latella, nei confronti degli enti locali. Il progetto redatto dai tecnici della Polizia di Stato, ai quali va un doveroso ringraziamento, comincia a prendere forma e aiuterà a incrementare la sicurezza sul nostro territorio. Sono anni che ribadisco la necessità di implementare il più possibile i sistemi di videosorveglianza come deterrenti per la criminalità, ora auspico che quanto sta accadendo qui a Catanzaro, con questo progetto pilota, venga esteso alle altre città calabresi. Il capoluogo – ha concluso – sta diventando un punto di riferimento esemplare sul fronte delle tecnologie per la sicurezza”.







Questo Articolo proviene da UsCatanzaro.net
http://www.uscatanzaro.net

L'URL per questa storia è:
http://www.uscatanzaro.net/modules.php?name=News&file=article&sid=37461