Sandro Principe (Pd) sputa un giornalista. Ed ancora al suo posto
Data: Lun, 27 gen 2014 10:38 CET
Argomento: Catanzaro Night News




Qualche giorno fa, l'ex sindaco di Rende e attuale consigliere regionale del Partito democratico Sandro Principe, si è reso protagonista di un gesto già inqualificabile per una persona comune, figurarsi per un rappresentante delle istituzioni.

Questa la ricostruzione del Direttore del Corriere della Calabria Paolo Polichieni:

"Durante la presentazione del candidato dei renziani alla segreteria regionale del Pd, il collega Ricchio ha incrociato Sandro Principe nella hall dell'albergo lametino dove si stava celebrando l'appuntamento. Il capogruppo del Pd in consiglio regionale, al cenno di saluto del cronista politico, ha risposto sputando nella sua direzione.

Il comitato di redazione del Corriere della Calabria esprime la più ferma condanna per quanto accaduto al collega Antonio Ricchio e stigmatizza un atteggiamento che squalifica un intero partito che attualmente rappresenta la maggiore formazione presente in consiglio regionale. Un gesto vergognoso che, a prescindere da qualsiasi motivo specifico – la probabile reazione a un pezzo a lui poco "gradito" firmato dal collega –, non tiene conto né del diritto di cronaca universalmente riconosciuto ai giornalisti, né soprattutto è consono al ruolo istituzionale che Principe riveste. Diviene piuttosto il segnale pericoloso dell'arroganza e del disprezzo del nostro ruolo, a cui questa classe politica ci ha da tempo abituato."

Il Pd regionale non ha voluto commentare l'accaduto, chiudendosi dietro un vergognoso "muro di silenzio". Ci ha pensato però Pippo Civati, attraverso il suo blog,  ad esprimere il proprio sdegno ad una platea ben più ampia di quella calabrese: «È inaccettabile. La mia totale solidarietà ad Antonio Ricchio e ai giornalisti calabresi. Ps: lo sputatore (si dirà così?) è membro della direzione nazionale del Pd».

Dal canto nostro, ci chiediamo cosa ci faccia Sandro Principe ancora al suo posto e invitiamo "giovani" e "vecchi" del Pd regionale a vincere l'ignavia e prendere posizione. Magari quella giusta, per una volta.

 

Red







Questo Articolo proviene da UsCatanzaro.net
http://www.uscatanzaro.net

L'URL per questa storia è:
http://www.uscatanzaro.net/modules.php?name=News&file=article&sid=31225