Benvenuto su UsCatanzaro.net GRUPPO DIPO

Catanzaro News
· Trapani - Catanzaro 3-0 (primo tempo)
· Trapani-Catanzaro: le formazioni ufficiali
· Trapani-Catanzaro: le probabili formazioni
· Trapani, esperienza e qualità per tornare in B
· Serie C: tutti i gol della 10^ giornata del Girone C [VIDEO]
· Venti convocati per la gara di Trapani
· Dionigi: «A Trapani per giocarsela a viso aperto»
· Risultati e marcatori - 10^ giornata
· A Trapani con gli uomini contati
· I numeri di Trapani-Catanzaro

[ Mostra altri articoli ]



[ Invia una notizia ]
[ Archivio News ]
[ Il Forum sul Catanzaro ]


Catanzaro Night News
· Assenteismo, a giudizio 41 dipendenti della Regione Calabria
· Periferia Catanzaro, arresti per droga e furto energia elettrica
· Ndrangheta e business dell’accoglienza, quattro centri commissariati nel catanza
· Scontro in galleria sulla nuova 106
· Pezzi di calcestruzzo si staccano in galleria. Forate gomme di due veicoli
· Approvato progetto normativo per impianti d'illuminazione
· Martedì 24 ottobre saranno inaugurati i locali dell’ex Educandato
· Droga, cessione di eroina a una ragazza, due arresti
· Il BBQ calabrese conquista il mondo
· Catanzaronelcuore per gli uffici ASP in città

[ Mostra altri articoli ]



[ Invia una notizia ]
[ Archivio C.N.N. ]
[ Il Forum "La Città" ]


Diventa sostenitore
Aiutaci a diffondere l'informazione libera!


Risultati
Risultati della 10° giornata

 
  - 21-10-2017 0:00
RiposaV. Francavilla---
 
  - 21-10-2017 14:30
RendePaganese1-0
MonopoliReggina1-1
AkragasJuve Stabia1-2
 
  - 21-10-2017 16:30
F. AndriaR. Fondi1-3
CosenzaBisceglie2-1
CasertanaSiracusa0-1
 
  - 21-10-2017 20:30
CataniaS. Leonzio1-2
MateraLecce0-1
 
  - 23-10-2017 20:45
TrapaniCatanzaro---

[ Calendario completo ]

Classifica

23Lecce12Juve Stabia
19Monopoli12Bisceglie
19Catania10Catanzaro
17Siracusa9S. Leonzio
16Matera9Akragas
15V. Francavilla8R. Fondi
14Trapani8Cosenza
14Rende7Paganese
13Reggina7Casertana
6F. Andria

[ Classifica dettagliata ]

Prossimo turno 11° giornata

 
  - 29-10-2017 0:00
BisceglieTrapani
SiracusaV. Francavilla
S. LeonzioAkragas
RegginaCatania
R. FondiCasertana
PaganeseMonopoli
LecceCosenza
Juve StabiaRende
CatanzaroF. Andria
RiposaMatera


Utenti online
In questo momento ci sono, 540 Visitatori(e) e 276 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

Utility
· AvantGo
· Wap
· I forum
· Chat
· Download
· Links
· Sondaggi
· Statistiche
· Meteo
· Segnala questo sito
· Cerca nel sito
· Gestione account

WebMail

Accesso ad Internet con casella di posta elettronica!

Cerca

 

HexaVision

Lavoratori autonomi: in Calabria i redditi più bassi
Pubblicato da Redazione il Dom, 18 giu 2017 11:30 CEST
Contributo di Redazione


Secondo l’elaborazione della Cgia di Mestre le province di Vibo, Crotone, Cosenza e Reggio Calabria si collocano in coda alla classifica
 

I lavoratori autonomi più ricchi d'Italia esercitano l'attività a Milano. Il reddito medio è di 38.140 euro: due volte e mezzo più elevato di quanto dichiarano i colleghi di Vibo Valentia che, invece, occupano l'ultima posizione di questa classifica con soli 15.479 euro.


Il dato medio nazionale, invece, è pari a 26.248 euro. L'elaborazione, effettuata dall'Ufficio studi della Cgia di Mestre, riguarda i redditi medi dei lavoratori autonomi riferiti alla dichiarazione dei redditi 2016 (anno di imposta 2015). In questa graduatoria, appena sotto Milano si collocano le partite Iva di Bolzano (con un reddito medio di 35.294 euro), di Lecco (33.897 euro) , di Bologna (33.584), di Como (32.298 euro) e di Monza (32.022 euro). Se, ad eccezione di Bolzano e Bologna, le primissime posizioni sono occupate dai lavoratori autonomi lombardi, le posizioni di coda, invece, sono ad appannaggio dei calabresi. 

Al terzultimo posto, infatti, ci sono quelli di Cosenza (16.318 euro), al penultimo quelli di Crotone (15.645) e, infine, quelli di Vibo Valentia (15.479 euro). 

 Rispetto al 2013, anno di picco negativo del Pil registrato dopo la crisi del 2008-2009, il reddito medio a livello nazionale - dice la Cgia - è aumentato di 2.600 euro, con punte massime di 3.577 euro a Milano, di 3.376 euro a Bolzano e di 3.263 euro a Modena. 

La situazione, comunque, resta difficile non solo in Italia. Secondo quanto riportato dal "Piano d'azione imprenditorialità 2020" redatto dalla Commissione europea, dal 2004 la percentuale delle persone che preferiscono il lavoro autonomo al lavoro subordinato è scesa in 23 dei 27 Stati membri dell'Ue. Mentre qualche anno fa per il 45% dei cittadini europei il lavoro autonomo era la scelta privilegiata, ora questa incidenza è scesa al 37%.

"Sebbene i dati riferiti al reddito medio siano abbastanza positivi - dichiara il coordinatore dell'Ufficio studi Paolo Zabeo - non dobbiamo dimenticare che la crisi ha fortemente polarizzato il mondo degli autonomi, condizionando questi risultati. Tra i redditi più elevati, ad esempio, troviamo la fascia di lavoratori tra i 50 e i 65 anni.

Il che non deve stupire, se è vero che l'esperienza e la rete di relazioni aumentano con l'esercizio della professione. Viceversa, gli under 40 hanno subito un processo di proletarizzazione della professione che è stato spaventoso. 

Il crollo dei redditi, l'aumento della precarietà, l'elevata intermittenza lavorativa e lo scarso grado di autonomia hanno caratterizzato l'attività lavorativa di centinaia di migliaia di giovani professionisti. Questa situazione, inoltre, ha divaricato le disparità territoriali: in particolar modo tra il Nord e il Sud del Paese".

Dall'analisi, inoltre, emerge che il 40% circa dei lavoratori autonomi è concentrato lungo le due principali filiere produttive che si sono imposte economicamente nel Paese: l'asse Milano-Trieste (con forti specializzazioni nella minuteria meccanica, nella produzione di macchinari, nell'agricoltura di qualità, nella moda e nell'arredo-casa) e la via Emilia (con il settore metalmeccanico) che ha dato origine alla cosiddetta dorsale adriatica.


 Negli ultimi 15 anni in queste aree - rileva la Cgia - si è concentrato un terziario immateriale avanzato costituito prevalentemente da giovani con un elevato livello di scolarizzazione e in settori di alta qualità (editoria, media, software, design, servizi finanziari e immobiliare), ma molto fragile che, a differenza delle generazioni precedenti, non ha conosciuto lo status di lavoratore dipendente prima di aprire la partita Iva. L'avvento della crisi ha colto questi indipendenti del tutto impreparati e solo nei giorni scorsi si è arrivati all'approvazione dello Statuto del lavoro autonomo che finalmente ha introdotto una serie di diritti fortemente richiesti dalla categoria.

 "E' importante - conclude il Segretario della Cgia Renato Mason - che siano stati riconosciuti, specie per i lavoratori più mobili, dei vantaggi fiscali per coloro che investono nell'aggiornamento professionale. Senza contare che finalmente sono state ampliate le tutele nelle situazioni di maternità, congedi parentali e malattia grave.

Inoltre, è importante che anche per gli autonomi siano stati definiti i tempi di pagamento nelle transazioni commerciali con la Pubblica amministrazione e si possano costituire reti di professionisti per partecipare a gare pubbliche. Certo, se fosse stata eliminata l'Irap per coloro che non dispongono di un'attività con una struttura organizzativa sarebbe stato più giusto e fiscalmente più equo". 



Segui CNN su Twitter
Links Correlati
· USCatanzaro.net
· Altre notizie Catanzaro Night News
· News by Redazione


Articolo più letto relativo a Catanzaro Night News:
Abramo-Cosentino: in serata il primo incontro


Gradimento articolo
Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo articolo:

Scarso
Sufficiente
Buono
Ottimo
Eccellente



Opzioni

Pagina stampabile  Pagina stampabile

Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

"Login" | Login/Crea Account | 2 commenti | Cerca discussione
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Lavoratori autonomi: in Calabria i redditi più bassi (Voto: 1)
di redfish il Dom, 18 giu 2017 23:46 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Ma Catanzaro è sparita anche da questa "prestigiosa" classifica? Praticamente non ci hanno cacato di striscio.<br />



 

Powered by ECSnet - Designed by IDEAWEB

www.uscatanzaro.net è il media di distribuzione del periodico telematico "Sanguinis Effusione"
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione con numero 49/2003
Direttore Responsabile è Francesco Ceniti.
L'Editore della Testata è l'Associazione "Il Catanzaro nel Cuore - Sanguinis Effusione", con sede in Roma.
Il Presidente dell'Associazione è Gennaro Maria Amoruso.
"Sanguinis Effusione" ha periodicità plurisettimanale ed ha carattere sociale, culturale, di costume e sportivo.
Informiamo gli utenti che tutti i Forum di questo sito, sono liberi, e data la mole di post inseriti, non è possibile verificarne sempre i contenuti.
L'uso costruttivo degli stessi è a carico del buon senso degli utilizzatori.

Visualizza la Policy sulla Privacy | Visualizza la Policy sui Cookie


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.164 Secondi