Benvenuto su UsCatanzaro.net GRUPPO DIPO

Catanzaro News
· Cristian Riggio in giallorosso
· Di Nunzio, un difensore d'esperienza per la difesa giallorossa
· Per Aya la spunta il Catania. Caccavallo fa sognare Cosenza
· Catanzaro, lavori in corso. Preiti esce allo scoperto
· UFFICIALE: Francesco Di Nunzio è un nuovo calciatore del Catanzaro
· Spider Nordi per la porta del Catanzaro
· UFFICIALE: Maita rinnova fino al 2020
· Al raduno solo facce «vecchie»
· UFFICIALE: Emanuele Nordi è un calciatore del Catanzaro
· Catanzaro Calcio, i ringraziamenti del sindaco Abramo

[ Mostra altri articoli ]



[ Invia una notizia ]
[ Archivio News ]
[ Il Forum sul Catanzaro ]


Catanzaro Night News
· A fuoco il Lido Lo Jonio a Giovino
· Marco Polimeni eletto presidente dell’assemblea di palazzo De Nobili
· Una petizione on line per la rotatoria di Giovino
· L'Arpacal assegna la "classe eccellente" al nostro mare
· Catanzaro nella morsa del fuoco
· Arresti ASP, Gratteri: ‘Soldi per anziani usati per le vacanze’ [VIDEO]
· Calabria in tavola tour, i prodotti locali fanno il giro del mondo
· Peculato: bufera all’Asp di Catanzaro, indagati nove dirigenti e funzionari
· In povertà assoluta 4 milioni di persone
· Un fondo “antipovertà” nel bilancio del Comune

[ Mostra altri articoli ]



[ Invia una notizia ]
[ Archivio C.N.N. ]
[ Il Forum "La Città" ]


Diventa sostenitore
Aiutaci a diffondere l'informazione libera!


Risultati
Risultati Spareggi

 
  - 28-5-2017 16:00
AkragasMelfi1-1
 
  - 28-5-2017 17:00
ViboneseCatanzaro1-1

[ Calendario completo ]

Classifica

85Foggia47Catania
74Lecce47F. Andria
65Matera45Reggina
64Juve Stabia42Monopoli
57Siracusa42Messina
57V. Francavilla39Akragas
55Cosenza39Vibonese
50Paganese38Catanzaro
49Fondi34Melfi
49Casertana30Taranto

[ Classifica dettagliata ]

Turno Spareggi

 
  - 28-5-2017 16:00
AkragasMelfi
 
  - 28-5-2017 17:00
ViboneseCatanzaro


Utenti online
In questo momento ci sono, 100 Visitatori(e) e 23 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

Utility
· AvantGo
· Wap
· I forum
· Chat
· Download
· Links
· Sondaggi
· Statistiche
· Meteo
· Segnala questo sito
· Cerca nel sito
· Gestione account

WebMail

Accesso ad Internet con casella di posta elettronica!

Cerca

 
Resilienza: Dove eravamo rimasti?
Pubblicato da Redazione il Mer, 03 mag 2017 17:28 CEST
Contributo di Redazione


Mediocrità e caos, la cifra di questo Catanzaro. Ma il disimpegno non è una risposta accettabile
 
resilienza-reggina-cz

Siamo alle battute finali. Il campo presto decreterà i suoi verdetti, ma comunque andrà a finire, alcune considerazioni sono già storia.

La proprietà ha sbagliato tutto ciò che poteva sbagliare. La squadra si è dimostrata senz’anima e attaccamento. La tifoseria ha agito d’impulso e abbandonato il suo ruolo.


Ma procediamo con ordine. Cosentino ormai è un extraterrestre. Esiste, ma non sappiamo bene dove, come e che sembianze abbia assunto.

Il tanto agognato condottiero alla guida di una riscossa sportiva è finito nel tritacarne dello stillicidio umorale che contraddistingue la realtà giallorossa.

Gessica, da par suo, entrata in prima persona nella gestione societaria, aveva dato l’impressione di poter reggere le fila in un momento difficile per provare a tessere nuovamente quel legame con l’ambiente che ovunque ha sempre portato benefici.

Si è tuffata a capofitto nell'avventura, vogliosa di coglierne i meccanismi delicati, con umiltà, curiosità e una voglia di fare che aveva riacceso le speranze per un dialogo tra la società e il resto del mondo.

Si è sciolta come neve al sole. Decisivo, in questo senso, l’avvento di Preiti.

Un’escalation di ombre, culminata con un gesto che ha evidenziato la tensione accumulata e la scarsa propensione alle pressioni. Il seguito non è decifrabile, se non per qualche presa di posizione che non pare abbia sortito effetti positivi né sulla squadra né sull'ambiente.

Deludente” è il termine più appropriato per descrivere tutto ciò che abbia a che fare con il Catanzaro di oggi.  

Partiamo dallo staff tecnico. In una parola? Mediocre, sopravvalutato in tutte le sue componenti primarie.

Direttore sportivo e giostra di allenatori iniziata e conclusa con Erra, non all’altezza del compito. In tutto l’arco dell’anno i motivi sono stati sviscerati, resta il dato di componenti caratteriali e gestionali di basso profilo. La squadra è quella che è, scadente.

Ma oggi mi va di fare una riflessione che squarci il velo della superficialità. I più grandi sono abituati a ragionare con un metro personale. Ovvero che gli uomini si forgiano con la durezza, con il continuo ricorso alle maniere forti. Oggi tutto è cambiato.

Lo sport ci ha insegnato che ad avere carattere, voglia di lottare e spirito di sacrifico, fossero coloro che arrivavano dal basso, che avevano provato sulla loro pelle il disagio della fame, dei luoghi in cui crescere fosse difficile e pericoloso.

Oggi quelle componenti che facevano di sportivi innanzitutto uomini, non esiste più. Mediamente un calciatore vive agiato, coccolato dalle famiglie, protetto dalle difficoltà e, se possibile, sospinto con scorciatoie genitoriali.

Sognano i milioni e una velina, pronta a stringerti forte mentre guarda il compagno accanto. Questo è l’ambiente medio intorno al quale gravitano presunti calciatori ai quali le sorti della squadra in cui giocano pare importino meno di zero.

Questa squadra ha smarrito da tempo la propria essenza, è priva di anima, non ha spirito di sacrifico e sembra ripiegarsi su stessa perché la confusione in tutti i ruoli è oramai evidente.


La tifoseria ha ondeggiato su spinte emotive a volte puntuali, altre fuori luogo. A mio parere persa un po’ nel marasma generale, settaria sul rapporto ormai logorato con la società, ha trovato nel largo disimpegno la soluzione migliore.

I pochi che rimangono, resistono ad un declino che sembra scritto. Non è bastata la mole di persone che ha sostenuto la squadra nelle partite cruciali. Non sono serviti gli appelli di vicinanza ai colori. 

Presi ormai dalla fatidica domanda che si porrà a fine campionato. Dove saremo, e come saremo soprattutto. Non è dato saperlo.

Quel che è certo è che se il Catanzaro, nelle condizioni attuali, dovesse soccombere a livello calcistico, verrebbe spazzato via dalle mappe del calcio professionistico per chissà quanto tempo, salvo qualche raccogliticcio progetto di rivalsa che circola tra le viuzze malandate del borgo, alimentato da personaggi che impunemente vorrebbero riaffermare la propria vivida penombra.

La gente ormai crede a tutto ed a niente. La mediocrità ha vinto il campionato, e il caos è il miglior acquisto che abbiamo messo sotto contratto.

Come si dice spesso, chi vivrà, vedrà. Con la speranza che a vivere sia l’Uesse e la sua gente possa ancora ammirare undici maglie giallorosse schierate su un prato verde.

 

Giuseppe Bitonti



Segui UsCatanzaro.net su Twitter
Links Correlati
· USCatanzaro.Net
· Altre notizie Catanzaro News
· News by Redazione


Articolo più letto relativo a Catanzaro News:
Il nuovo Logo del FC Catanzaro


Gradimento articolo
Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo articolo:

Scarso
Sufficiente
Buono
Ottimo
Eccellente



Opzioni

Pagina stampabile  Pagina stampabile

Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

"Login" | Login/Crea Account | 7 commenti | Cerca discussione
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Dove eravamo rimasti? (Voto: 1)
di aquiladelnord il Mer, 03 mag 2017 18:05 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Purtroppo a questo punto conta il culo, sperando che la squadra dia l'anima, culo che fino ad oggi ci è mancato, non voglio certo giustificare nessuno, però ad ogni bivio la palla si è scontrata contro un palo, a partita finita il portiere prende un gol da oratorio, un giocatore che poteva fare la differenza si infortuna ecc....



Re: Dove eravamo rimasti? (Voto: 1)
di Pereira il Mer, 03 mag 2017 20:51 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Il rischio maggiore viene da tutti i vari avvoltoi che aspettano di impadronirsi della carcassa e non si fanno scrupoli a dare l'ultima spinta. La cosa più triste è questo silenzio che ci ha lasciato soli a tifare praticamente per nessuno. Avevamo una società forte, tutto il tempo per organizzare un campionato ricco di soddisfazioni un tifo entusiasta e ora non sappiamo nemmeno cosa sia successo per ritrovarci a questo punto.



Re: Dove eravamo rimasti? (Voto: 1)
di essereononessere il Gio, 04 mag 2017 07:27 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Bisogna reagire subito. Il pessimismo impera.



Re: Dove eravamo rimasti? (Voto: 1)
di simmacocapostorico1929 il Gio, 04 mag 2017 08:08 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
STAI SCENDENDO NEI FIUMI ,COME L'ACQUA DI CARBASILE PENTONI SCENDE TRA LE ROCCE ,DOVE GLI AVVOLTOI VANNO A DISSETARSI ,ESCLUSO LE AQUILE CHIUSE NEI FIORDI DELLA SILA AL RIPARO DAI CACCIATORI ABBUSIVI E AL RIPARO DI UNA SOCIETA' CHE NON VUOL CAPIRE ,DEL DANNO CHE E' STATO CAUSATO ,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,LE RISPOSTE STANNO IN UN FUTURO CHE NON ESISTE ,E SPERO UN GIORNO DI RITORNARE A VOLARE ,E DI RIPRENDERE IL VESSILLO COME FECI NEL 1971 IN CAMPO A FUORI GROTTA DOPO LA RETE DI MAMMI' BOMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM



Re: Dove eravamo rimasti? (Voto: 1)
di pant67 il Gio, 04 mag 2017 08:13 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
....mitico Simmaco!!...



 

Powered by ECSnet - Designed by IDEAWEB

www.uscatanzaro.net è il media di distribuzione del periodico telematico "Sanguinis Effusione"
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione con numero 49/2003
Direttore Responsabile è Francesco Ceniti.
L'Editore della Testata è l'Associazione "Il Catanzaro nel Cuore - Sanguinis Effusione", con sede in Roma.
Il Presidente dell'Associazione è Gennaro Maria Amoruso.
"Sanguinis Effusione" ha periodicità plurisettimanale ed ha carattere sociale, culturale, di costume e sportivo.
Informiamo gli utenti che tutti i Forum di questo sito, sono liberi, e data la mole di post inseriti, non è possibile verificarne sempre i contenuti.
L'uso costruttivo degli stessi è a carico del buon senso degli utilizzatori.

Visualizza la Policy sulla Privacy | Visualizza la Policy sui Cookie


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.143 Secondi