Benvenuto su UsCatanzaro.net VILLA FATA

Catanzaro News
· Catanzaro-Paganese: arbitra Capone di Palermo
· Risultati e marcatori - 18^ giornata
· Il punto sulle giovanili giallorosse
· Catanzaro, arrivederci a martedì
· Domattina test in famiglia al Federale
· Van Ransbeeck può considerarsi recuperato
· Freddo polare alla ripresa degli allenamenti
· Catanzaro-Fondi 1-0: la fotogallery
· Decisioni Giudice Sportivo - 17^ giornata
· Catanzaro-Racing Fondi 1-0: gli highlights

[ Mostra altri articoli ]



[ Invia una notizia ]
[ Archivio News ]
[ Il Forum sul Catanzaro ]


Catanzaro Night News
· Tutto pronto per il Primo Trofeo Re Italo
· Catanzaro. Oggi sciopero dei medici: sospesi alcuni servizi sanitari
· Fuochi d’artificio illegali e “irregolari”, denunciato un pirotecnico
· Catanzaro. Amc incontra i sindacati
· Operazione “Robin Hood”. La Dda vuole il processo per tutti
· Sinergia fra Comune e Accademia Belle Arti
· Oliverio, la Zez riguarderà tutti porti e l'aeroporto di Lamezia
· Ritrovato morto in un burrone l'anziano scomparso da Cicala
· Ex consigliere accusato di violenza sessuale su minore, convalidato il fermo: resta in carcere
· Cade in un burrone e viene trovato dai vigili

[ Mostra altri articoli ]



[ Invia una notizia ]
[ Archivio C.N.N. ]
[ Il Forum "La Città" ]


Diventa sostenitore
Aiutaci a diffondere l'informazione libera!


Risultati
Risultati della 18° giornata

 
  - 10-12-2017 0:00
RiposaCatanzaro---
 
  - 10-12-2017 14:30
SiracusaJuve Stabia0-0
CosenzaV. Francavilla4-1
R. FondiAkragas3-0
MonopoliTrapani0-0
 
  - 10-12-2017 16:30
PaganeseLecce1-1
F. AndriaRende3-1
 
  - 10-12-2017 20:30
RegginaS. Leonzio0-3
CataniaMatera1-1
CasertanaBisceglie0-1

[ Calendario completo ]

Classifica

38Lecce23Bisceglie
35Trapani22Juve Stabia
35Catania20Cosenza
30Siracusa18R. Fondi
25Rende18S. Leonzio
25V. Francavilla18Reggina
24Matera15F. Andria
24Catanzaro15Casertana
23Monopoli15Paganese
9Akragas

[ Classifica dettagliata ]

Prossimo turno 19° giornata

 
  - 15-12-2017 20:45
Juve StabiaReggina
 
  - 17-12-2017 0:00
RiposaAkragas
 
  - 17-12-2017 14:30
TrapaniCosenza
 
  - 17-12-2017 16:30
S. LeonzioSiracusa
RendeCatania
LecceMonopoli
CatanzaroPaganese
BisceglieR. Fondi
 
  - 17-12-2017 18:30
V. FrancavillaF. Andria
 
  - 17-12-2017 20:30
MateraCasertana


Utenti online
In questo momento ci sono, 374 Visitatori(e) e 126 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

Utility
· AvantGo
· Wap
· I forum
· Chat
· Download
· Links
· Sondaggi
· Statistiche
· Meteo
· Segnala questo sito
· Cerca nel sito
· Gestione account

WebMail

Accesso ad Internet con casella di posta elettronica!

Cerca

 

Total ERG Catanzaro

La Striscia: Un Catanzaro a due facce
Pubblicato da Salvatore Ferragina il Dom, 13 dic 2015 15:00 CET
Contributo di Salvatore Ferragina


A Monopoli prestazione perfetta nel primo tempo, nella ripresa i miracoli di Grandi salvano i giallorossi
 

Il Catanzaro si presenta al "Veneziani" con i suoi cinquanta tifosi al seguito e con una squadra falcidiata da infortuni e con la squalifica di Maita che pesa come un macigno.

Recupera Foresta che non è al meglio della condizione e dal primo minuto rientrano Moi e Bernardi, con il primo che paga lo stop forzato di domenica scorsa.


Nel tridente è confermato Caruso, mentre Agodirin, anche lui non in perfette condizioni fisiche, parte dalla panchina.

Le premesse della vigila e le paure, erano identiche a quelle ccon l'Andria mister Erra più che preoccupato dalla forza dell'avversario, deve fare i salti mortali per capire su quali uomini poter contare, vista la ristrettezza della rosa.

Se i miracoli di Grandi nella ripresa vanno sottolineati, è giusto pure rimarcare quelli di Erra (ne parleremo dopo) che sta davvero facendo il massimo per tirare il meglio dai suoi ragazzi.

monopoli_cz.01Il primo tempo di ieri è stato senza ombra di dubbio, il migliore da quando il Catanzaro è impegnato in trasferta. Davanti c'era una squadra in forma, che la domenica precedente non aveva affatto demeritato contro la capolista Casertana.

Eppure i giallorossi, rimaneggiati, hanno affrontato la partita con il giusto piglio, e se Pisseri nella prima frazione di gioco non avesse fatto ciò che Grandi ha fatto nella ripresa, il Catanzaro poteva chiudere la contesta con almeno due goal di vantaggio.

La partita è piacevole, il Catanzaro ribatte colpo su colpo e costringe spesso il Monopoli a rincorrerlo, nei primi quarantacinque minuti il predominio territoriale del campo è dei giallorossi.

Capitan Giampà, pur non avendone le caratteristiche, riesce a non fare sentire la mancanza di Maita (l'uomo più in forma) la circolazione della palla è ottima, e sia da destra che da sinistra, con Bernardi e Squillace, i giallorossi riescono a pungere e soprattutto a dare il la alle ripartenze.

Il goal di Agnello, solito inserimento del centrocampista, prima ingabbiato con D'Urso e ora pericoloso anche sotto porta, da il meritato vantaggio alle aquile, che poi hanno il torto di subire il pari di Gambino per una disattenzione difensiva.

Se vogliamo attribuire colpe, percentualmente sono da dividere fra Grandi (forse poteva uscire sul traversone a campanile), Moi mal piazzato e Bernardi che si attarda nella diagonale.

monopoli_cz.02Nella ripresa accade ciò che già era accaduto contro l'Andria. I gabbiani fisicamente sono più forti dei ragazzi in maglia giallorossa, a fare la differenza in questo contesto sono proprio i contrasti, specialmente quelli aerei, spesso vinti dagli uomini di Tangorra, che aumentano così la pressione e iniziano a crederci.

Il centrocampo del Catanzaro non è più ordinato e manovriero come quello del primo tempo; Giampà alla distanza cala, Foresta non è un gladiatore nel mezzo e Agnello con il passare dei minuti, paga dazio per il gran correre del primo tempo.

La logica conseguenza, con il baricentro che si abbassa, è che la manovra non è più fluida. Le ali giallorosse non sono fulmini di guerra nelle ripartenze e con Razzitti che fa da boa, i tre d'attacco rimangono sempre più isolati, poi, sia Squillace che Bernardi, spinti dietro dalla pressione del Monopoli, non appoggiano più la manovra nella fase d'attacco.

Il Monopoli crea una serie d'occasioni dettate anche dalla mancanza di filtro nel mezzo, troppo facile per i centrocampisti in maglia biancoverde, scodellare palloni nel cuore dell'area di rigore o fornire assist in verticale. A questo bisogna aggiungere un Moi che non guida la difesa come bene ha fatto in altre occasioni.

Due volte Croce potrebbe chiudere la sfida, ma non fa i conti con il vice di Scuffia d'inizio stagione (a scriverlo ci vengono i brividi) e poi ancora altre due volte a circa quindici minuti dal termine, prima su Luciani e poi ancora su Croce.

Nei dieci minuti finali, se prima c'erano stati i miracoli di Grandi a salvare il Catanzaro, adesso ci pensa Erra.
Inserisce Orchi, la difesa passa a cinque, è inutile puntare ancora sulle ripartenze che non ci saranno mai e il punto da conquistare diventa l'obiettivo massimo.

Un grande risultato e un grande mister per come si stava mettendo la partita, consentono al Catanzaro di uscire imbattuto dal "Veneziani" e fare felici quei cinquanta tifosi che hanno seguito la squadra, sostenendola per tutti i novanta minuti festeggiando a fine match, ben oltre il novantesimo.

Ora mancano due partite al termine del girone d'andata. L'anno si chiuderà contro l'Ischia e poi ci toccherà il Melfi. Sulla carta due squadre abbordabili, se prese con la stessa determinazione vista dall'avvento di mister Erra.

alessandro_erraE a proposito del tecnico è doveroso soffermarci. Lo avevamo scritto già sabato scorso, dopo aver pareggiato in casa con l'Andria e lo riscriviamo oggi: questo tecnico andrebbe blindato se si vuole parlare di progetto.

È vero che bisognerà giudicarlo con una squadra a ranghi più completi e con altre ambizioni, ma è anche realistico scrivere che chissà cosa avrebbero fatto altri allenatori con la rosa non certo di primo rango di questo Catanzaro.

La società adesso non ha più quella "depressione" di inizio stagione, i risultati (sono sei quelli utili consecutivi) hanno aiutato a ricompattare l'ambiente.

Adesso con il mercato di riparazione, possono essere gettate le basi per guardare in ottica positiva al girone di ritorno, con ambizioni che non possono essere precluse, in una piazza come la nostra.

Domenica arriva l'Ischia e poi il Natale. Invitiamo i tifosi con il classico "tutti allo Stadio" e tal proposito vorremmo che lo facesse anche la società, riconquistando il proprio pubblico, riavvicinandosi agli Ultras che omaggeranno con una splendida coreografia “Massimo Capraro” cogliendo l'occasione, magari con iniziative di marketing ad hoc, per riempire di più il "Ceravolo".

Lo meritano i ragazzi che sin dalla prima partita hanno dato l'anima fra mille difficoltà, lo meritano i tanti tifosi della provincia e quelli che malgrado tutto seguono ancora i giallorossi e non sono mai mancati, lo merita chi vorrebbe seguire e sostenere il Catanzaro, ma che per motivi contingenti non può farlo.

Forza Giallorossi.

 

Salvatore Ferragina



Segui UsCatanzaro.net su Twitter
Links Correlati
· USCatanzaro.Net
· Altre notizie Catanzaro News
· News by Salvatore Ferragina


Articolo più letto relativo a Catanzaro News:
Il nuovo Logo del FC Catanzaro


Gradimento articolo
Punteggio: 5
Voti: 1


Vota per questo articolo:

Scarso
Sufficiente
Buono
Ottimo
Eccellente



Opzioni

Pagina stampabile  Pagina stampabile

Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

"Login" | Login/Crea Account | 6 commenti | Cerca discussione
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Un Catanzaro a due facce (Voto: 1)
di aeffe il Dom, 13 dic 2015 18:23 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Si Salvatore, ma nella griglia playoff quest'anno quante squadre entrano per ogni girone....vietato rispondere al solito modo per gli altri forumisti ...mi sembra importante chiarirlo. crazie afaquileforza



Re: Un Catanzaro a due facce (Voto: 1)
di essereononessere il Dom, 13 dic 2015 19:09 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
In una bella intervista nel libro di Gianni Rivera si racconta di una partita in cui nereo rocco negli spogliatoi detto' a formazione facendo dieci nomi. Maldini il capitano di permise di dire, ma mister giochiamo in dieci? E Rocco si batté una mano sulla fronte e disse 'Mona che son, mi son dimenticato', andò da Barison e gli disse, in dialetto, 'Paolone, entra che ridemo'. Rivera gli chiese che strategia mister? E roco rispose: Albertosi (credo fosse lui) in porta e gli altri avanti. L'allenatore ha un doppio compito molto semplice: Aggregare lo spogliatoio e non imbrigliare troppo i gocatori. Per giocare a calcio bisogna lasciare sfogo alla creativita' dei giocatori. D'Urso non e' stato in grado di fare nessuna delle due cose. Troppo schemi. E qualcuno come straniero grande intenditore lo voleva fino alla fine.



Re: Un Catanzaro a due facce (Voto: 1)
di ilre9 il Dom, 13 dic 2015 20:34 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Pareggio giusto,ottenuto dopo aver giocato un buon primo tempo,sofferto nella ripresa,bravo il Mister a cambiare modulo nel momento di maggior pressione del Monopoli,passando al 5-3-2.Complimenti a Grandi,grazie a lui siamo rimasti a galla.Si è sentita l'assenza di Maita nel mezzo a dettare i tempi di gioco.



Re: Un Catanzaro a due facce (Voto: 1)
di petiliapolicastro il Dom, 13 dic 2015 21:19 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
LO MERITANO I TANTI TIFOSI DELLE PROVINCE, è meglio. <br /> Un saluto a Salvatore ed a voi tutti



 

Powered by ECSnet - Designed by IDEAWEB

www.uscatanzaro.net è il media di distribuzione del periodico telematico "Sanguinis Effusione"
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione con numero 49/2003
Direttore Responsabile è Francesco Ceniti.
L'Editore della Testata è l'Associazione "Il Catanzaro nel Cuore - Sanguinis Effusione", con sede in Roma.
Il Presidente dell'Associazione è Gennaro Maria Amoruso.
"Sanguinis Effusione" ha periodicità plurisettimanale ed ha carattere sociale, culturale, di costume e sportivo.
Informiamo gli utenti che tutti i Forum di questo sito, sono liberi, e data la mole di post inseriti, non è possibile verificarne sempre i contenuti.
L'uso costruttivo degli stessi è a carico del buon senso degli utilizzatori.

Visualizza la Policy sulla Privacy | Visualizza la Policy sui Cookie


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.157 Secondi