Benvenuto su UsCatanzaro.net VILLA FATA

Catanzaro News
· Premio Ceravolo all’ottava Edizione: premiato Luciano Spalletti
· Ora è ufficiale, il Catanzaro è in vendita
· Gessica Cosentino amministratore unico del Catanzaro
· Fate presto!
· Ufficiale: Di Chiara passa al Perugia
· Ipotesi cessione, spunta la pista Raffaele
· Catanzaro fra iscrizione, Preiti e Di Chiara
· La resa dei conti
· I giorni del silenzio
· Delega a Gessica Cosentino, il gip autorizza il presidente

[ Mostra altri articoli ]



[ Invia una notizia ]
[ Archivio News ]
[ Il Forum sul Catanzaro ]


Catanzaro Night News
· SS 106 VAR/A ancora chiuso al traffico lo svincolo del quartiere Germaneto di Catanzaro
· Omicidio a Sorianello, l'inchiesta passa alla Dda di Catanzaro
· Rifiuti pericolosi alla foce del Corace, sequestrata discarica di duemila metri
· Il ministro Martina: “Ciconte ce la può fare”
· Altrove Festival, apertura affidata a Gonzalo Borondo
· Guardia di Finanza di Catanzaro, in prima linea
· Gratteri: «Per le istituzioni calabresi la ricreazione è finita»
· Province con i conti in rosso, i presidenti: “Pronti a chiudere strade e scuole”
· Abuso d' ufficio e falso, archiviazione per una professionista di Catanzaro
· Bando autoimpiego, la Regione proroga i termini: “C’è tempo fino al 20 luglio

[ Mostra altri articoli ]



[ Invia una notizia ]
[ Archivio C.N.N. ]
[ Il Forum "La Città" ]


Diventa sostenitore
Aiutaci a diffondere l'informazione libera!


Risultati
Risultati Spareggi

 
  - 28-5-2017 16:00
AkragasMelfi1-1
 
  - 28-5-2017 17:00
ViboneseCatanzaro1-1

[ Calendario completo ]

Classifica

85Foggia47Catania
74Lecce47F. Andria
65Matera45Reggina
64Juve Stabia42Monopoli
57Siracusa42Messina
57V. Francavilla39Akragas
55Cosenza39Vibonese
50Paganese38Catanzaro
49Fondi34Melfi
49Casertana30Taranto

[ Classifica dettagliata ]

Turno Spareggi

 
  - 28-5-2017 16:00
AkragasMelfi
 
  - 28-5-2017 17:00
ViboneseCatanzaro


Utenti online
In questo momento ci sono, 180 Visitatori(e) e 48 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

Utility
· AvantGo
· Wap
· I forum
· Chat
· Download
· Links
· Sondaggi
· Statistiche
· Meteo
· Segnala questo sito
· Cerca nel sito
· Gestione account

WebMail

Accesso ad Internet con casella di posta elettronica!

Cerca

 
Invasioni di Campo: Omaggio a Géza
Pubblicato da redazione il Gio, 08 nov 2012 16:02 CET
Contributo di redazione


Emanuele Ferragina ci racconta la storia di Kertész, pioniere della panchina giallorossa, e della prima promozione in serie B del Catanzaro

La sconfitta con il Frosinone fa male. Anzi malissimo. Non tanto per i tre goals subiti quanto per le dichiarazioni che l’hanno seguita. Si parla a sproposito di vincenti, si attacca una squadra fatta da ragazzi che l’anno scorso hanno dimostrato grande attaccamento alla maglia e che anche quest’anno provano a fare il possibile, anche quando vengono schierati fuori ruolo o emarginati per cervellotiche ed inspiegabili decisioni. Di fronte a tutti i problemi, come al tempo degli spartani, il Catanzaro torna ad essere un’idea, un’idea da stringere attorno al collo come una sciarpa a tinte giallorosse.Una sciarpa che ti stringe l’ugola e ti fa cantare anche quando vieni umiliato sul campo.

E così mentre la pioggia cade battente e il ticchettio ritmico delle mie dita scorre sulla tastiera, una storia sepolta da anni di oblio prende forma. Una storia fatta d’immagini sbiadite in bianco e nero, una storia della quale neanche Calabria Giallorossa, Simmaco o mio padre hanno mai sentito parlare, una storia che affiora dalle pieghe del passato, una storia che ci racconta di un gigante dimenticato. È una storia eroica di un calcio che non c’è più. “Una storia diversa per gente normale, una storia comune per gente speciale”. È la storia di Géza Kertész e della prima promozione in serie B.

Era il 1933, il danubiano con i suoi metodi moderni trasformò la Catanzarese da neofita del calcio a corazzata. Una corazzata capace di dominare il campionato di prima divisione. Fu un campionato pieno zeppo di soddisfazioni e incontri con squadre destinate a diventare rivali storiche: Acireale, Agrigento, Catania, Cosenza, Trapani, Palermo, Messina, Reggina, Siracusa. Dalla nettissima vittoria per quattro a zero nel derby con il Cosenza a quella a tavolino ad Acireale. Si legge nel rapporto dopo-gara: “per decisione del DDS., il quale ha punito l'Acireale per "il contegno scorretto del pubblico" e "di alcuni giocatori dell'Acireale" che hanno spinto l'arbitro a ritenere conclusa la partita al 12° della ripresa” (Comunicato ufficiale del DDS n. 27 del 22 febbraio, pubblicato su Il Littoriale, fascicolo 47 (1933), p. 5). Corsi e ricorsi di pessimi comportamenti settanta anni prima di Pulvirenti.  


Gézaera un mago della prima divisione, riuscì infatti a centrare la serie B al primo tentativo anche a Catania e Taranto. Il danubiano approdò persino in serie A, dove allenò Roma e Lazio proprio come Zeman. Figlio dell’Ungheria, potenza del calcio mondiale, un’Ungheria che sulla scia di una scuola consolidata nel periodo tra le due guerre riuscì a costruire la ‘squadra perfetta’. O meglio, quasi perfetta. Capace di concludere 32 incontri senza sconfitte tra il 1950 ed il 1954. Capace di vincere le olimpiadi, di umiliare i maestri inglesi a casa loro, ma anche di perdere incredibilmente la finale di coppa del mondo dopo essere stata in vantaggio di due goals. È l’immagine dell’Ungheria bella e maledetta, dell’Ungheria spumeggiante e rapsodica. Un’immagine che si specchia in quella dei suoi eroi.

La storia di Géza, si chiuse in modo tragico nel 1945, a pochi giorni dalla fine della guerra. Dopo essere rientrato in patria nel 1943, Gézacon l’aiuto di un ex compagno di squadra fondò un movimento di resistenza anti-nazista. Salvò centinaia di dissidenti ed ebrei, ma la Gestapo lo scoprì e lo fucilò.

Mentre arranchiamo sul rettangolo verde, non ci resta ancora una volta che rifugiarci nel passato. Nel ricordo di un vincente vero. Un uomo senza presunzione e con una grande etica del lavoro. Uno che con la sua storia può ancora ispirarci a quasi 80 anni di distanza dalla prima promozione in serie B. Un esempio di umiltà e abnegazione dal quale oggi più che mai dirigenti ed allenatori dovrebbero imparare.

Grazie Géza.

Emanuele Ferragina

 

 



Segui UsCatanzaro.net su Twitter
Links Correlati
· USCatanzaro.Net
· Altre notizie Catanzaro News
· News by redazione


Articolo più letto relativo a Catanzaro News:
Il nuovo Logo del FC Catanzaro


Gradimento articolo
Punteggio: 4.18
Voti: 71


Vota per questo articolo:

Scarso
Sufficiente
Buono
Ottimo
Eccellente



Opzioni

Pagina stampabile  Pagina stampabile

Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

"Login" | Login/Crea Account | 8 commenti | Cerca discussione
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Omaggio a Géza (Voto: 1)
di granded il Gio, 08 nov 2012 22:20 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Complimenti per questi racconti di storie ormai dimenticate dai più...e belleo conoscere questi ricordi "comuni", anche perchè i ricordi sono il sale per condire il futuro....



Re: Omaggio a Géza (Voto: 1)
di aeffe il Gio, 08 nov 2012 23:19 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Very special people, Emanuele...ci siamo rivisti a fondi , quando hai voluto intervistare capuano...ma stai sempre all'estero? Non erano meglio le partite di calcetto, da studente al liceo siciliani? Ciao, AF



Re: Omaggio a Géza (Voto: 1)
di cicciodaroma il Gio, 08 nov 2012 21:50 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Gran bel pezzo complimenti .....La Memoria , la memoria di una storia bellissima quella del Catanzaro fatta in primis di "Persone "e non di personaggi . Non conoscevo la sua storia, Un piccolo eroe per il Catanzaro un Grande eroe per l'Ungheria



Re: Omaggio a Géza (Voto: 1)
di Gianfranco il Gio, 08 nov 2012 17:46 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
complimenti, bellissimo racconto.



Re: Omaggio a Géza (Voto: 1)
di mastrobirraio il Gio, 08 nov 2012 16:29 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Grazie Emanuele, grazie di cuore. Bella pagina di storia del Catanzaro e di Storia. Grazie!



Re: Omaggio a Géza (Voto: 1)
di blackmagic il Gio, 08 nov 2012 16:32 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Bravo, molto bello.



Re: Omaggio a Géza (Voto: 1)
di mastrobirraio il Mer, 27 gen 2016 13:17 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Storia simile a quella di Arpad Weisz (Bologna e Inter). Grandi uomini e ottimi tecnici gli ungheresi allora.



 

Powered by ECSnet - Designed by IDEAWEB

www.uscatanzaro.net è il media di distribuzione del periodico telematico "Sanguinis Effusione"
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione con numero 49/2003
Direttore Responsabile è Francesco Ceniti.
L'Editore della Testata è l'Associazione "Il Catanzaro nel Cuore - Sanguinis Effusione", con sede in Roma.
Il Presidente dell'Associazione è Gennaro Maria Amoruso.
"Sanguinis Effusione" ha periodicità plurisettimanale ed ha carattere sociale, culturale, di costume e sportivo.
Informiamo gli utenti che tutti i Forum di questo sito, sono liberi, e data la mole di post inseriti, non è possibile verificarne sempre i contenuti.
L'uso costruttivo degli stessi è a carico del buon senso degli utilizzatori.

Visualizza la Policy sulla Privacy | Visualizza la Policy sui Cookie


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.200 Secondi