Benvenuto su UsCatanzaro.net GRUPPO DIPO

Catanzaro News
· Chiesto un punto di penalizzazione per stipendi pagati in ritardo
· Money Gate, parla Noto: «Richiesta pesante ma alla fine trionferà la giustizia»
· Money Gate, intervista a Francesco Ceniti
· Fine settimana di fuoco per i giallorossi
· Lukanovic «Qui bisogna sempre fare bene»
· Nicoletti «Il nostro obiettivo è mettere in difficoltà il mister» [VIDEO]
· Infantino e Van Ransbeeck, due pedine in più per il mister
· Giovanili: Pari della Berretti, pausa del campionato per Under 15 e Under 17
· Un occhio alla Paganese e uno a giorno 15 dicembre
· Catanzaro-Paganese: arbitra Capone di Palermo

[ Mostra altri articoli ]



[ Invia una notizia ]
[ Archivio News ]
[ Il Forum sul Catanzaro ]


Catanzaro Night News
· Emessi due Daspo dal Questore di Catanzaro
· Presentati gli eventi per le festività natalzie in città
· Il Natale arriva in corsia. Feste e giochi per i bimbi della pediatria
· Frigo in corto, la casa prende fuoco: anziani coniugi in salvo grazie a un vicin
· Arrestata la banda dei “Babbi Natale”, svaligiava i pacchi delle Poste
· Provola contaminata, Asp Catanzaro: riscontrata in seguito a campionatura
· Camera di Commercio Catanzaro, niente accorpamento con Crotone e Lamezia
· Tutto pronto per il Primo Trofeo Re Italo
· Catanzaro. Oggi sciopero dei medici: sospesi alcuni servizi sanitari
· Fuochi d’artificio illegali e “irregolari”, denunciato un pirotecnico

[ Mostra altri articoli ]



[ Invia una notizia ]
[ Archivio C.N.N. ]
[ Il Forum "La Città" ]


Diventa sostenitore
Aiutaci a diffondere l'informazione libera!


Risultati
Risultati della 19° giornata

 
  - 15-12-2017 0:00
RiposaAkragas---
 
  - 15-12-2017 20:45
Juve StabiaReggina2-1
 
  - 17-12-2017 14:30
TrapaniCosenza---
 
  - 17-12-2017 16:30
S. LeonzioSiracusa---
RendeCatania---
LecceMonopoli---
CatanzaroPaganese---
BisceglieR. Fondi---
 
  - 17-12-2017 18:30
V. FrancavillaF. Andria---
 
  - 17-12-2017 20:30
MateraCasertana---

[ Calendario completo ]

Classifica

38Lecce23Monopoli
35Trapani23Bisceglie
35Catania20Cosenza
30Siracusa18R. Fondi
25Juve Stabia18S. Leonzio
25Rende18Reggina
25V. Francavilla15F. Andria
24Matera15Casertana
24Catanzaro15Paganese
9Akragas

[ Classifica dettagliata ]

Prossimo turno 19° giornata

 
  - 15-12-2017 0:00
RiposaAkragas
 
  - 15-12-2017 20:45
Juve StabiaReggina
 
  - 17-12-2017 14:30
TrapaniCosenza
 
  - 17-12-2017 16:30
S. LeonzioSiracusa
RendeCatania
LecceMonopoli
CatanzaroPaganese
BisceglieR. Fondi
 
  - 17-12-2017 18:30
V. FrancavillaF. Andria
 
  - 17-12-2017 20:30
MateraCasertana


Utenti online
In questo momento ci sono, 262 Visitatori(e) e 22 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

Utility
· AvantGo
· Wap
· I forum
· Chat
· Download
· Links
· Sondaggi
· Statistiche
· Meteo
· Segnala questo sito
· Cerca nel sito
· Gestione account

WebMail

Accesso ad Internet con casella di posta elettronica!

Cerca

 

Total ERG Catanzaro

L'emigrante: Politically Correct? Ni
Pubblicato da Davide Greco il Ven, 11 mag 2012 10:00 CEST
Contributo di Davide Greco


Pane, pallone e politica. Il nuovo corso del Catanzaro

Savè ma u vidisti cchi succediu a Catanzharu? A Scopelliti ancora ci friscanu l'oricchi, Amendola l'eleggiru consigliere comunale, Scalzo restau comu l'ovu alu focu e finalmente... apariru n'atru centru commerciale. E dopo chira fhera u presidente u sai chi dissa? Ca si volimu tornare in serie A ci vò u stadiu novu. Savè! Tu dicu mò e non tu dicu cchiu: ricogghiati bagatti e bagattelli e scindatinda subitu.

Che la nostra città sia sempre stata un pò sopra le righe è ormai assodato. Quello che succede qui da noi ha del paranormale... nel senso che para normala, ma tanto normale non lo è mai. Nell'immediato dopo voto anche al TG1 il buon Vespa ha deliberatamente ignorato l'esito delle elezioni nella città di Catanzaro, tant'è che l'inviata dal ministero ha snocciolato numeri, proiezioni e previsioni meglio di nostradamus. E di Catanzaro? Solo un rapidissimo e trascurabile accenno circa la "probabile" vittoria del centrodestra. Ohibò, quando Gasparri ha fatto presente questa dimenticanza, Vespa ha risposto: "Abbiamo citato città importanti come Verona, Genova..". E allora? Catanzaro è capoluogo di regione, a Catanzaro sono caduti governi, si sono svolti processi di interesse nazionale. Catanzaro è stato il trampolino di lancio di nuovi personaggi politici che hanno fatto carriera con due indagini e quattro trasmissioni televisive. Catanzaro da sempre è una città sperimentale, crocevia di un turbinio incessante di sensazionali fervide menti. Catanzaro è un modello. Magari può non piacere, sicuramente da fastidio. Ma tant'è... se poi l'informazione regionale si riduce al calendario delle sagre di paese, cosa vuoi che ne sappiano a Roma ladrona di noi terùn? Ah beh, si beh, vabbeh. E no che non va bene! Ormai in piazza Prefettura si sente distintamente l'accento reggino. Cos'è stanno colonizzando la nostra città? Vogliamo fare un passo indietro e analizzare quanto accaduto? Va bene facciamolo.

Sportivamente parlando i tifosi del Catanzaro dopo molti anni di abusi e soprusi hanno finito per chiedere un tavolo istituzionale. A quel tavolo hanno partecipato un pò tutti i vecchi protagonisti e anche qualcuno di quelli oggi riconfermati. E fin qui niente di strano, ma il risultato è che da quella tavola imbandita ne son venute fuori solo tante inutili discussioni e giustificabili alzate di spalle. Insomma per essere chiari fino in fondo, il tifoso giallorosso medio a un certo punto aveva lo stesso entusiasmo di una prostituta al suo primo giorno di marciapiede. C'eravamo tanto amati... ma quaaaando?? Al più c'eravamo appesi all'unica speranza di salvezza: il carrozzone della politica. Apriti cielo! Fra chi stigmatizzava il mutuo soccorso con soldi pubblici e chi difendeva ad oltranza chi ormai non era più difendibile, la nostra città ha vissuto momenti davvero mortificanti. Ma il calcio non è una necessità, nemmeno una priorità. Ma la dignità almeno la si poteva salvare e invece nemmeno quella si è salvata, cosi siamo finiti nel tiggi delle venti con la sconfortante notizia del primo sciopero pallonaro che la recente storia ricordi: sit-in dei calciatori senza stipendio, in uno stadio vuoto perchè non c'erano soldi per gli steward e con le mamme che lavavano le casacche ai figli e i papà che mettevano i soldi per la benzina delle goliardiche trasferte di una squadra improvvida che ha calcato i campetti più ignari raccogliendo gol a grappoli laddove anche la squadra di calcetto degli ammogliati avrebbe ben figurato. Prendo fiato, ma questo fiume di parole mi ricorda tanto quel fiume di improperi che erano sulla bocca di tutti e va detto che a quei tempi (un anno fa...) non si è salvato nessuno perchè a nessuno doveva essere consentito mettere in atto quell'abominio calcistico cui abbiamo assistito attoniti.

E ora, ne siamo fuori? Ni. Proprio quella politica, che tanto abbiamo ripudiato, alla fine ci ha restituito qualcosa. Un pò come dire "gli abbiamo rotto così tanto le scatole che alla fine qualcosa l'abbiamo ottenuta". E domenica quella politica ha un pò chiesto il conto, cercando di rendere omaggio a chi probabilmente meritava un sentito grazie, mica una standing ovation preceduta da fanfaroniche affermazioni di berlusconiana memoria. Ed è inutile far finta di nulla o dar la colpa ad amnesie collettive, altro che "minda futtu"... va detto e sottolineato che proprio da chi nessuno se l'aspettava (il Beppe regional popolare) è arrivata l'imbeccata giusta. Ma tributargli più del dovuto nel giorno più importante da vent'anni a questa parte era davvero troppo. Non è difficile capirlo e non è nemmeno tanto giusto tacciare l'episodio di semplice irriconoscenza. Nel più egocentrico ed egoistico marasma del sentimento sportivo proprio non ci è venuto spontaneo salutare chi tifoso del Catanzaro non lo è mai stato. Con il senno del poi e il cacasenno del dopodomani vivremmo oggi in un mondo migliore. Ahimè viviamo in una città paranormale dove Alberto Sordi avrebbe girato un lungometraggio di 45 minuti, giusto il tempo di farsi il senso unico andata e ritorno da little bridge alla playa... che se li chiami cosi almeno ti sembra di stare a Hollywood.

E il secondo tempo? Speriamo sia molto più politically correct, perchè forse i tifosi del Catanzaro, ma prima ancora i cittadini di Catanzaro attendono risposte decisamente più significative dalla stanza dei bottoni. Cosentino con le sue capacità ha realizzato una grande opera e non ci risulta che si sia ridotto a vendere giocattoli... tanto per citare chi temeva di retrocedere alla mansione di impugnare la cazzuola dopo aver costruito grattacieli di terracotta. Il nostro presidente ha dimostrato che si possono realizzare grandi progetti con entusiasmo e intellighentia. Ed è al nostro presidente che la tifoseria rende omaggio. A Beppe invece, i cittadini di Catanzaro, come quelli di tutte le città calabresi, chiedono le stesse qualità mostrate da Cosentino nella risoluzione degli atavici problemi che affliggono la nostra regione (questa l'ho già sentita). E siamo sicuri che in quel caso Beppe non avrà bisogno di alcuna presentazione sopra le righe, nè di alcuna passerella domenicale lontano dai propri affetti sportivi. A meno di essere smentiti il giorno che la Reggina, nella festa per il ritorno in serie A, si ritrovi a festeggiare in uno stadio colorato d'amaranto il primo tifoso dello stretto... al secolo Mandarino!

A proposito di primi tifosi, ocio perchè adesso la frangia più colorata del tifo giallorosso siederà proprio nella stanza dei bottoni. Non ci è dato sapere se in altri comuni d'Italia un capo ultras sia mai arrivato a tanto, ma nel nostro caso non v'è dubbioalcuno che la naturale collocazione sia da trovare nella funzione rappresentativa del ruolo. Quella voce in capitolo che in passato ci è sempre mancata, adesso ci sarà. E un giorno forse impareremo tutti quell'arte comunicativa che tanto ci ha inviso dalle alpi alle piramidi e che probabilmente per la nostra connotazione cocuzzolara ci ha caratterizzato nel bene e nel male come la capitale sportiva più antisociale, dispettosa e menefreghista del mezzogiorno.

E ancora una volta, noi siamo il Catanzaro. Atru ca Verona, Genova e Frosinone...

Davide Greco




Segui UsCatanzaro.net su Twitter
Links Correlati
· USCatanzaro.Net
· Altre notizie Catanzaro News
· News by Davide Greco


Articolo più letto relativo a Catanzaro News:
Il nuovo Logo del FC Catanzaro


Gradimento articolo
Punteggio: 3.90
Voti: 11


Vota per questo articolo:

Scarso
Sufficiente
Buono
Ottimo
Eccellente



Opzioni

Pagina stampabile  Pagina stampabile

Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

"Login" | Login/Crea Account | 2 commenti | Cerca discussione
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Politically Correct? Ni (Voto: 1)
di Soverato1982 il Ven, 11 mag 2012 13:09 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Leggete il libro di George Gissing "sulle rive dello jonio" e vedete quello che dice un inglese della corte vittoriana parlando di Catanzaro e del Compnsorio. Era un secolo fa, e da allora abbiamo solo fatto passi indietro. Ma le citta' le fanno i cittadini, per cui se nella societa' civile regna il pressapochismo, il mindafuttismo, ed ahinoi l'ignoranza tutto cio' si riverbera sulla "qualita' !!!"della classe politica che noi eleggiamo. Se in questi anni avessimo messo lo stesso moto di energie che abbiamo messo per il Catanzaro, forse avremmo una classe politica degna del capoluogo. Ma oggi che capoluogo e'???
La storia del Catanzaro ci insegna che dopo i Ceravolo sono venuti i soluri, i poggi ed i parente (pure votato !!!!), ma non solo grazie a Scopelliti (questo ormai lo riconosciamo) ma anche grazie ad una "pressione culturale" affinche' il Catanzaro non morisse, il Catanzaro non e' morto, anzi. Oggi e' il giorno dei Tallini, ma con la giusta "pressione culturale" verra' un giorno migliore.
Il problema e' che tendiamo a dimenticare facilmente, proprio su Calabria ora, speciale promozione del Catanzaro, alla penultima pagina c'e' un noto gruppo imprenditoriale. Cioe



Re: Politically Correct? Ni (Voto: 1)
di FlavosRubrum il Ven, 11 mag 2012 11:48 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Già, tutto esatto. Mi chiedo se è giusto riversare il proprio orgoglio solo nel mondo pallonaro. Sicuramente no! però la nostra terra continua a non dar frutti, se non quelli da esportare, quindi le poche cose buone che si vedono vengono da menti dotate di intelletto e spirito di iniziativa che mal si conciliano con le idee astratte decantate nel politichese (linguaggio monotematico, ripetitivo e ruffiano). Sono stufo di notare che i barbari considerano il capoluogo calabrese e il suo stupendo comprensorio come un luogo incivile, invivibile e improduttivo, questi immaginano la nostra città come quelle fantasma dei film western, e i paesi intorno pieni di zulù al saloon, ma è l'immagine che ci ahnno cucito addosso anni di scelte sbagliate fatte da uomini sbagliati, si ancora gli stessi politici, quelli del nord e di Roma con la accondiscendente complicità dei nostri. Passando all'analisi di una mente fervida e imprenditoriale di calabria, il nostro Cosentino mi ricorda il Della Valle della Fiorentina, lo "straniero" che salva la squadra ma giustamente chiede un ritorno. I Della Valle avevano pattuito per la costruzione di un nuovo stadio con annessa cittadella, mica poco direte voi! si ma quanto lavoro avrebbe portato una simile operazione? ma anche qui sono stati disattesi gli impegni e il marchigiano ha chiuso i rubinetti.. Ora, questo è un confronto un pò impari, sia per il confronto delle città che dei personaggi, però il succo è sempre quello, quindi dobbiamo chiedere, anzi pretendere dalle istituzioni pieno appoggio al gruppo di Cosentino. Mi scuso per la prolissità, ma ho voluto puntualizzare questo pensiero.. anche perchè sebbene può sembrare poco, io sono ORGOGLIOSISSIMO del mio CATANZARO. E all'infinito ripeterò: NOI SIAMO IL CATANZARO.



 

Powered by ECSnet - Designed by IDEAWEB

www.uscatanzaro.net è il media di distribuzione del periodico telematico "Sanguinis Effusione"
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione con numero 49/2003
Direttore Responsabile è Francesco Ceniti.
L'Editore della Testata è l'Associazione "Il Catanzaro nel Cuore - Sanguinis Effusione", con sede in Roma.
Il Presidente dell'Associazione è Gennaro Maria Amoruso.
"Sanguinis Effusione" ha periodicità plurisettimanale ed ha carattere sociale, culturale, di costume e sportivo.
Informiamo gli utenti che tutti i Forum di questo sito, sono liberi, e data la mole di post inseriti, non è possibile verificarne sempre i contenuti.
L'uso costruttivo degli stessi è a carico del buon senso degli utilizzatori.

Visualizza la Policy sulla Privacy | Visualizza la Policy sui Cookie


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.151 Secondi