Benvenuto su UsCatanzaro.net GRUPPO DIPO

Catanzaro News
· Anastasi: «Sabato sarà una gara dura»
· La strada giusta
· Un tranquillo martedì di lavoro
· Falcone: «Contro il Lecce dovremo entrare in campo per vincere»
· Catanzaro-Lecce: info biglietti e prevendite
· Catanzaro-Lecce: arbitra Cipriani di Empoli
· Decisioni Giudice Sportivo - 4^ giornata
· Si apre la settimana aspettando il Lecce
· Bisceglie-Catanzaro 0-2: le pagelle
· Erra: «Noi bravi ad interpretare le varie fasi di gioco»

[ Mostra altri articoli ]



[ Invia una notizia ]
[ Archivio News ]
[ Il Forum sul Catanzaro ]


Catanzaro Night News
· Allaccio abusivo alla rete elettrica e abusivismo edilizio. Arrestato 55enne
· Incendio a un casolare, rischio per Gpl nei pressi
· Sospesi e indagati dirigente e funzionari Asp
· Ponte Bisantis, proseguono i lavori di manutenzione
· Sequestrato un depuratore nel catanzarese
· Da oggi scuole aperte
· Maltrattamenti in famiglia, arrestato un uomo
· La Passeggiata della Salute Catanzaro
· Irto confermato presidente Consiglio Calabria
· Spaccio a Roma, in manette un catanzarese

[ Mostra altri articoli ]



[ Invia una notizia ]
[ Archivio C.N.N. ]
[ Il Forum "La Città" ]


Diventa sostenitore
Aiutaci a diffondere l'informazione libera!


Risultati
Risultati della 4° giornata

 
  - 16-9-2017 0:00
RiposaCasertana---
 
  - 16-9-2017 14:30
S. LeonzioMonopoli0-3
R. FondiSiracusa1-3
AkragasPaganese2-0
 
  - 16-9-2017 16:30
Juve StabiaTrapani1-3
 
  - 16-9-2017 18:30
LecceRende1-0
CosenzaF. Andria1-1
RegginaMatera1-1
BisceglieCatanzaro0-2
 
  - 17-9-2017 16:30
V. FrancavillaCatania0-3

[ Calendario completo ]

Classifica

10Monopoli4Matera
7Catania4Akragas
7Trapani4Casertana
7Catanzaro4S. Leonzio
7Lecce4Paganese
6Siracusa4V. Francavilla
6Bisceglie3F. Andria
6Rende2Juve Stabia
5Reggina2Cosenza
1R. Fondi

[ Classifica dettagliata ]

Prossimo turno 5° giornata

 
  - 23-9-2017 0:00
RiposaTrapani
 
  - 23-9-2017 16:30
SiracusaCosenza
R. FondiReggina
BisceglieS. Leonzio
CasertanaAkragas
 
  - 23-9-2017 20:30
MonopoliMatera
CatanzaroLecce
CataniaF. Andria
RendeV. Francavilla
PaganeseJuve Stabia


Utenti online
In questo momento ci sono, 439 Visitatori(e) e 123 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

Utility
· AvantGo
· Wap
· I forum
· Chat
· Download
· Links
· Sondaggi
· Statistiche
· Meteo
· Segnala questo sito
· Cerca nel sito
· Gestione account

WebMail

Accesso ad Internet con casella di posta elettronica!

Cerca

 
Dalla Curva: Il mio calcio a quadretti
Pubblicato da redazione il Ven, 27 apr 2012 10:00 CEST
Contributo di redazione


La passione mai sopita per il Catanzaro nonostante gli anni di esilio volontario con l'FC. In attesa di una prova contraria...

Cosa volete che ci capisca di calcio un ragazzino che per anni ha visto i suoi benianimi con il naso infilato in un quadretto di ferro verde  e nero dalla ruggine?

Da quella posizione si spostavano le pezze con le dita, si vedevano pochi schemi appiattiti dalla prospettiva, ma si capiva abbastanza per accorgersi se una maglia era sudata o se era ancora ben stirata alla fine del primo tempo, o quando si calciava un calcio d’angolo. Questo è il primo concetto di calcio che ho fissato in me. Nonostante il vento che asciugava l’umidità, le maglie rosse erano vive di sudore già dopo i primi dieci minuti di gioco; diventavano pesanti fardelli di lana, con la “nr” cucita. I palloni a scacchi rotolavano lenti rispetto ad oggi, erano gonfiati ad aria compressa, ed il cuoio era duro. Spesso sulle cosce dei difensori vedevi del rosso a quadretti, non era la prospettiva della rete di cinta.

Ci sembrava un tempio sacro. Gli allenamenti di mattina fuggiti dalla scuola, le solite persone sempre presenti, i bagni laggiù in basso che ci sapevano di fine primo tempo. I gradini dell’uscita su cui commentare i goal mancati nell’intervallo delle gare, la fatica per ritornare giù alla rete; ci si impiegava almeno 4 o 5 minuti dalla calca che c’era,  ma come facevamo a stare cosi stretti gli uni agli altri senza che succedesse mai niente di grave?

Il Comunale (o vecchio Militare), era lì senza riflettori, senza posti numerati, senza bagni funzionali, eppure tutto funzionava alla perfezione (o quasi), ed i posti dei “grandi” erano tutti assegnati. Ad ogni partita vedevi le stesse facce nelle stesse posizioni con le stesse imprecazioni; ogni benedetta domenica pomeriggio!

Immancabile il lancio dei rotoli e la distribuzione delle fettucce di carta. Gli estintori ed i fumogeni della “Calabro” o delle “FS di Lido”. I vuoti che si creavano almeno due o tre volte a partita… “cchi è? … no nenta si minanu” e finiva li. La curva che si svuotava a cinque dalla fine per adare a “salutare” i tifosi ospiti, quando le cose andavano male in campo. L’attesa per i video della Domenica Sportiva e “Sassi” che faceva vedere tutte le azioni dubbie, meno quelle dei giallorossi. I goal di Massimè che speravamo potesse concorrere come goal più bello della Domenica, ed i soliti cinque minuti di gloria quando tutta Italia rivedeva le azioni delle Aquile in televisione. Geometrie offensive che passavano per i piedi del regista e sacrifici per difendere in 8 o in 9. Si giocava con semplicità e si marcava ad uomo.

Poi la B, ed anche la C, ed ancora la B e quasi quasi anche la A di nuovo. I riflettori, ed andando avanti fino ai tempi nostri, i vetri, i tornelli ed i seggiolini con i posti numerati ed assegnati. I viaggi per seguirlo anche dal Nord dove ci si trasferisce per lavorare, e gli incontri con le facce di sempre che da ragazzino vedevi sempre lì ogni benedetta domenica. "Per chi tifi?". "Catanzaro". Ed i più giovani che ribadiscono “sì, ma in serie A?”, ed io "Catanzaro". La solita risposta secca, che rende l’interlocutore spaesato; ed il solito più esperto che aggiunge per non offenderti: "sì, Massimo Palanca, me lo ricordo…"!

Altri tempi, altri modi di fare. Allora il Catanzaro era una fede e non si discuteva. Oggi, oggi tutto questo dopo Poggi e Parente è stato messo seriamente in discussione, e mi sembra lontano anni luce. Cinque anni senza abbonamento e un’assenza rabbiosa non ancora sopita. Non so cosa si proverà al rientro della prima trasferta dopo l’esilio volontario. Quest’anno, un abbonamento fatto sulla fiducia, mai utilizzato, e la prima partita che vedrò sarà fuori casa. A coloro che ci hanno creduto anche quando quelli come me non volevano più saperne, dico che nel momento sportivamente più infamante della nostra storia, io non ho voluto essere complice di nessuno, nel bene, come per voi che avete continuato a seguire, e nel male. Sono rimasto coerente con le mie idee, fino a prova contraria, ho sofferto per voi per il Flaminio, ma anche in quel caso ero in esilio e non ho partecipato. Nel bene e nel male. Ed oggi ecco la prova contraria, il signor GICOS

È trascorso molto tempo, è nata una bimba lontana dal Ceravolo, ha due anni. Venerdì scorso, per puro caso, nello scegliere i colori delle ali della farfallina da disegnare ha afferrato con la sua manina un pennarello giallo ed uno rosso. Quando vede un aquilone lo confonde ed intona “Achile, Achile, Achileeee”. Sarà un caso tutto questo? Forse la sua manina non sposterà qualche pezza per vedere un calcio a quadretti che non esiste più, ma gli auguro che crescendo quando qualcuno le chiederà “Per chi tifi?”, lei possa ricordare le ninne nanne che qualcuno gli cantava da piccolina, e rispondere fieramente, “ Il Catanzaro”. 

Il Catanzaro esiste, non è un punto di vista!

DP




Segui UsCatanzaro.net su Twitter
Links Correlati
· USCatanzaro.Net
· Altre notizie Catanzaro News
· News by redazione


Articolo più letto relativo a Catanzaro News:
Il nuovo Logo del FC Catanzaro


Gradimento articolo
Punteggio: 5
Voti: 14


Vota per questo articolo:

Scarso
Sufficiente
Buono
Ottimo
Eccellente



Opzioni

Pagina stampabile  Pagina stampabile

Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

"Login" | Login/Crea Account | 31 commenti | Cerca discussione
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di Gianfranco il Sab, 28 apr 2012 15:09 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
senza parole, me lo sono letto in apnea, me ne sono accorto alla fine che dovevo respirare, con un nodo alla gola, non lo so. ciao



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di MMaurizio il Ven, 27 apr 2012 22:39 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Signori il Cz è una fede nel bene e nel male, quandi vinciamo la domenica ha un'altro aspetto, quando perdiamo sono di pessimo umore.....questo significa essere tifoso ( PS solo mia moglie mi rompe i c......).
E chi si dimentica Massimo Palnca.



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di maxuc73 il Ven, 27 apr 2012 20:47 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
.........da lacrime......COMPLIMENTI......



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di andreamilano il Ven, 27 apr 2012 18:26 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Ciao ragazzi io lavoro in un deposito locomotive a Milano e ogni lunedi' mattina tutti i signori anziani mi chiedono in calabrese VINCIU U CATANZARU?Con tanto orgoglio rispondo di si e in piu'!Ogni giorno ringrazio Dio di avermi fatto GIALLO ROSSO FORZA CATANZAROOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!                     



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di ondanomala il Ven, 27 apr 2012 18:30 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Commuovente....complimenti...il Catanzaro non si discute....si AMA....



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di AlceoFi il Ven, 27 apr 2012 15:45 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Caro davide mi sono rivisto in curva e chissà quante volte da "sconosciuti" ci saremo abbracciati per un gol di Palanca...un abbraccio e a rivederci a Fondi!



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di Tony_da_Milano il Ven, 27 apr 2012 13:40 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio) http://www.uscatanzaro.net
Bentornato Davide!!
Anche se so benissimo che non sei mai veramente andato via.



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di raffaelegiallorosso il Ven, 27 apr 2012 14:05 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
amici miei io che sto a torino e non sono mai andato a vere la juve sia nel vecchio stadio quantomeno in quello nuovo ho giurato che nello stadio della juve  ci vado ccu a sciarpa do catanzaru alu coddrhu,tante volte mi han chiesto per chi tifi?e io catanzaro si ma in serie a? ed io catanzaro con una fierezza assoluta che ti viene fuori solo se da piccolo in quella ovest con il pino ti ci hanno portato i tuoi e mio padre tutte le volte che scendeva dalla svizzera andava a vederlo,io ho visto palanca giocare,e tutti gli altri che vennero dopo ricordo palanca cheentrava in sostituzione in un catanzaro barletta eravamo in curva est con i barlettani nell angolo alto cantare resteremo in serie b e i genti chi sotto voce ci dicianu si si alu cazzu restati be dopo 30 anni ste parole me le ricordo ancora ma e solo se ci sei andato da piccolo ti rimane dentro,ora che sono via da catanzaro da una vita il giallo e il rosso ce lo dentro e appenaposso sono subito in curva a tifare e quest anno a gennaio eravamo li e ho portato mio figlio 5 anni in curva vi diro allinizio aveva paura dopo un po era li a saltare chi non salta cosentino e e poi a casa mi chiese chi e cosentino......ma che fierezza vedere tuo figlio saltarex il catanzaro.....adesso dapo qualche mese drientratia torino dice a tutti che e tifoso del catanzaro e la domenica mentre io seguo le partite via internet lui si mette il completo delcatanzaro e inizia a giocare nel soggiorno a calcio dicendo masini masini reeeete ha segnato masini...capite a torino masini non del piero.........FORZA CATANZARO TUTTA LA VITA.



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di emax il Ven, 27 apr 2012 12:48 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Era da una vita che non mi saliva un groppo in gola così e che non mi scendevano due lacrime di nostalgia. . . Forza Aquile che domenica stappiamo lo champagne e un bel calcio nel sedere ai problemi, alle infamie, alla crisi, quando gioca il Catanzaro si ritorna tutti bambini e irrazionali.
P.S. Grazie Punto Net, e sono contento che quell'articolo che ho postato dalla Serbia l'anno scorso quando andava tutto male, abbia portato un pò di buoni auspici!



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di ugrassu il Ven, 27 apr 2012 13:40 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Qualcuno si ricorda di un simpatico vecchietto, negli anni 80, in curva ovest lato distinti, che prima di un calcio d'angolo o di una punizione avversaria urlava "corna e coglioni, coglioni e corna!" e contemporanemente con una mano faceva il gesto delle corna e con l'altra si toccava i gemelli?
Vi assicuro che era di una simpatia unica. 



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di GrecoUBoss il Ven, 27 apr 2012 10:58 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
u vi duv'è



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di capsicum il Ven, 27 apr 2012 11:15 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Articolo bellissimo e veramente commovente. Ma quanti articoli, aneddoti, racconti, ricordi - uno più bello e intenso ell'altro - leggiamo su questo sito? Sono oramai talmente tanti che - secondo me - se venissero tutti raccolti e magari pubblicati su un libro, avrebbero un successo enorme nell'ambito della tifoseria del Catanzaro che, come sappiamo, è sparsa in ogni angolo del mondo.



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di cosmopolitan il Ven, 27 apr 2012 10:28 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
"Per chi tifi?". "Catanzaro". Ed i più giovani che ribadiscono “sì, ma in serie A?”, ed io "Catanzaro". La solita risposta secca, che rende l’interlocutore spaesato; ed il solito più esperto che aggiunge per non offenderti: "sì, Massimo Palanca, me lo ricordo…"!
Quante volte ho vissuto questa scena... alla quale spesso rispondo con arroganza che non mi interesso del calcio minore...
Grande Davide, ci vediamo a Fondi...



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di pontepiccolo11 il Ven, 27 apr 2012 10:30 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di strummer il Ven, 27 apr 2012 10:43 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Quantèveraamadonna......n'atru pocu mi scinnianu i lacrimi......come quando mi scesero le lacrime al pareggio della Reggiana e poi scoppiai a ridere e gioire al gol della vittoria per la serie A. Mammarera mia, eppi ma mi riposu nu momento quandu signau D'Anna...ero in curva e non aspettavo altro. Mi fermavi e u cora, per fortuna, continuau ma vatta!!!!
Dominica vincimu e festeggiamu. Jamu, ja.



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di AntonioRoma il Ven, 27 apr 2012 10:09 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio) http://uscatanzaro.net
Davide non riesco a scrivere perche non vedo mi stanno scendendo le lacrime. Sei un grande e quando ho visto il tuo nik sul forum ho capito che stavamo tornando ho capito che il peggio stava passando.
Spero di incontrarti a Fondi.
Forza Catanzaro



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di vornander il Ven, 27 apr 2012 10:09 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
grazie...



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di pmarkese il Ven, 27 apr 2012 10:16 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Questo sembra che l'abbia scritto io....chissà se ci siamo incontrati o abbracciati per un gol vicino a quella rete !!!
Complimenti, molto bello



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di NORTHFEAR il Ven, 27 apr 2012 10:21 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Pilorci !



Re: Il mio calcio a quadretti (Voto: 1)
di giulioso il Lun, 30 apr 2012 09:18 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Davide non ti conosco ma complimenti...mi stanno scendendo le lacrime...così come ho pianto mercoledì scorso quando sono ritornato al Ceravolo dopo 6 anni (un emozione incredibile!!!)...così come ho pianto l'anno scorso al Flaminio...ho 32 anni e da bambino vedevo le partite attaccato alla rete dei distinti con mio padre che mi faceva da scudo...vivo a milano da sei anni ma nessuno dei miei colleghi può capire quello che si prova, va bene san siro, va bene l'olimpico, il nuovo stadio della juve ma il Ceravolo è sempre il Ceravolo!!! Catanzaro-Arzanese, finisce la partita e piango...poi penso, sarò scemo? no...AMO il catanzaro...da quando ero attaccato alla rete!!



 

Powered by ECSnet - Designed by IDEAWEB

www.uscatanzaro.net è il media di distribuzione del periodico telematico "Sanguinis Effusione"
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione con numero 49/2003
Direttore Responsabile è Francesco Ceniti.
L'Editore della Testata è l'Associazione "Il Catanzaro nel Cuore - Sanguinis Effusione", con sede in Roma.
Il Presidente dell'Associazione è Gennaro Maria Amoruso.
"Sanguinis Effusione" ha periodicità plurisettimanale ed ha carattere sociale, culturale, di costume e sportivo.
Informiamo gli utenti che tutti i Forum di questo sito, sono liberi, e data la mole di post inseriti, non è possibile verificarne sempre i contenuti.
L'uso costruttivo degli stessi è a carico del buon senso degli utilizzatori.

Visualizza la Policy sulla Privacy | Visualizza la Policy sui Cookie


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.183 Secondi