Benvenuto su UsCatanzaro.net VILLA FATA

Catanzaro News
· La ripresa con la solita conta degli indisponibili
· Decisioni Giudice Sportivo - 9^ giornata
· Puntoriere: «Caliamo mentalmente e diamo spazi agli avversari»
· Catanzaro-Matera 0-2: la fotogallery
· Si riprende domani
· Serie C: tutti i gol della 9^ giornata del Girone C [VIDEO]
· Catanzaro-Matera 0-2: le pagelle
· Risultati e marcatori - 9^ giornata
· Catanzaro-Matera 0-2: le dichiarazioni post partita
· Catanzaro-Matera 0-2: la Striscia Video

[ Mostra altri articoli ]



[ Invia una notizia ]
[ Archivio News ]
[ Il Forum sul Catanzaro ]


Catanzaro Night News
· Catanzaronelcuore per gli uffici ASP in città
· Comune Catanzaro, approvate undici pratiche
· Licenze troppo facili per i tassisti, emessa condanna per ex amministratori comunali
· Tre auto in fiamme in città
· Bimba di 5 mesi trasportata d’urgenza a Bologna
· Piantine di marijuan sul balcone, due arresti in città
· Truffa smartphone, sette denunce a Catanzaro
· Uova contaminate prodotte da un' azienda del Catanzarese
· False fatture, reato prescritto non si procede contro alcuni impenditori
· Elezioni Catanzaro, un candidato impugna i verbali e ricorre al Tar

[ Mostra altri articoli ]



[ Invia una notizia ]
[ Archivio C.N.N. ]
[ Il Forum "La Città" ]


Diventa sostenitore
Aiutaci a diffondere l'informazione libera!


Risultati
Risultati della 9° giornata

 
  - 14-10-2017 0:00
RiposaCosenza---
 
  - 14-10-2017 14:30
S. LeonzioJuve Stabia0-0
LecceAkragas0-0
PaganeseV. Francavilla2-2
 
  - 14-10-2017 16:30
RegginaF. Andria2-0
R. FondiTrapani1-0
BisceglieRende0-0
 
  - 14-10-2017 18:30
CatanzaroMatera0-2
CasertanaMonopoli0-3
 
  - 14-10-2017 20:30
SiracusaCatania0-1

[ Calendario completo ]

Classifica

20Lecce11Rende
19Catania10Catanzaro
18Monopoli9Juve Stabia
16Matera9Akragas
15V. Francavilla7Paganese
14Siracusa7Casertana
14Trapani6F. Andria
12Bisceglie6S. Leonzio
12Reggina5R. Fondi
5Cosenza

[ Classifica dettagliata ]

Prossimo turno 10° giornata

 
  - 21-10-2017 0:00
RiposaV. Francavilla
 
  - 21-10-2017 14:30
RendePaganese
AkragasJuve Stabia
 
  - 21-10-2017 16:30
CosenzaBisceglie
F. AndriaR. Fondi
MonopoliReggina
CasertanaSiracusa
 
  - 21-10-2017 20:30
CataniaS. Leonzio
MateraLecce
 
  - 23-10-2017 20:45
TrapaniCatanzaro


Utenti online
In questo momento ci sono, 316 Visitatori(e) e 55 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

Utility
· AvantGo
· Wap
· I forum
· Chat
· Download
· Links
· Sondaggi
· Statistiche
· Meteo
· Segnala questo sito
· Cerca nel sito
· Gestione account

WebMail

Accesso ad Internet con casella di posta elettronica!

Cerca

 
Invasioni di Campo: ''Un'ultima stagione da esordienti''
Pubblicato da ivan pugliese il Lun, 22 mar 2010 12:08 CET
Contributo di ivan pugliese


Il racconto di un altro calcio: quello del cortile ai tempi dell'adolescenza. Dove tutto nasce, lontano da taccuini e telecamere. 

A cura di Fabrizio Scarfone

Titolo: Un'ultima stagione da esordienti
Autore: Cristiano Cavina
Casa ed.: Marcos y Marcos
Prezzo: € 14,00

 

Gli uomini più grandi della terra sono morti sconosciuti. I Buddha e i Cristi che conosciamo non sono che eroi di seconda mano a paragone degli uomini più grandi di cui il mondo non sa nulla. Centinaia di questi eroi sconosciuti sono vissuti in ogni paese operando in silenzio. Silenziosamente vivono e silenziosamente muoiono; quand’è il momento, i loro pensieri trovano espressione nei Buddha e nei Cristi; e sono questi ultimi a diventarci noti.

Henry Miller, “L’incubo ad aria condizionata”

_______________

Ho sempre pensato che le parole di Miller (ma lui con il pallone davvero non c’entra) fossero buone a raccontare i protagonisti di un certo tipo di calcio. Quello del cortile, della strada asfaltata, del campo polveroso di periferia, delle porte disegnate sui muri o semplicemente immaginate fra due mucchi di giacche. Mi è sembrato rendessero giustizia ai grandi campioni mai esplosi che tutti noi abbiamo incontrato nei giorni dell’adolescenza.

Ogni generazione ha i suoi eroi di quartiere, le sue stelle inevitabilmente cadenti, i suoi re nudi della pelota. Le loro partite sono sempre questione di vita e di morte. Niente spogliatoi, niente tè caldo di metà tempo, niente massaggi o creme miracolose; quasi mai un arbitro a interferire con le azioni di gioco. Pochi applausi, dai balconi per lo più, quando nell’esecuzione di un tiro al volo o di un’acrobazia qualunque, c’è tanta armonia da troncare all’istante le maledizioni contro quel continuo rimbalzare della palla.

La vita di questi eroi è segnata da bestemmie, scontri rumorosi e sputi; da schiaffi, dribbling e cadute rovinose. Un’epica quotidiana costruita dentro un rettangolo per niente regolamentare di piastrelle lisce - lì nel vecchio cortile di una scuola elementare- di pietre e di cemento... o magari, con un po’ di fortuna, di terra battuta.

Per loro non c’è spazio in serie A, e neanche ci sarà mai.

Non si tratta di tipi da dolce finale. Niente happy ending per quelle vite. Perché  lo sanno tutti che un bel giorno il futuro li supererà a destra lasciandoli con niente. E sarà colpa di un terribile infortunio al ginocchio, di una stupida imposizione paterna o di una qualsiasi altra sfortunata contingenza.

Nei miei ricordi, resistono ancora due squadre straordinarie.

Per tutti erano solo due gruppi di quattordicenni che da settembre a luglio giocavano fino a cinquanta partite senza calcoli né risparmi. Calciatori di strada refrattari al successo e insofferenti alle regole; invece a me era stato subito chiaro, si trattava di gente circondata dalla stessa aurea degli eroi caduti in battaglia. Le formazioni di quelle partite non cambiavano quasi mai; quando capitava c’era di mezzo una partenza definitiva, un arresto, un infortunio invalidante…comunque sempre qualcosa di talmente grosso, che rivedere in campo l’assente era come assistere a un’apparizione divina sulla Piazza Rossa.

I due capitani erano i più duri 14enni del quartiere. Uno alto quasi un metro e novanta, scuro in volto e silenzioso come chi la sa troppo lunga per parlare. L’altro basso e tozzo; bestemmiatore di mestiere, furfante dalla culla. Entrambi giocavano in difesa e raramente s’azzardavano a spostarsi in avanti; se succedeva, era solo per una validissima ragione. Per un gol solitamente. C’erano i portieri, i più coraggiosi e vendicativi tra quelli in campo: sfidavano palloni, cemento e calci con la stessa cattiveria, come fosse tutto parte di un pacchetto che avevano scelto una volta indossati i guanti. C’erano i registi, i più intelligenti, quelli con i piedi buoni e lo sguardo fulminante; e poi gli attaccanti, mai troppo stanchi per tentare lo scatto decisivo o un ultimo disperato tiro verso la porta. Il tempo di gioco era scandito dalla natura. Si giocava fin quando la luce del giorno non fosse stata dall’altra parte del globo a illuminare chissà quali altri campi. Nessuno fra quelli è diventato un calciatore. Ma i loro numeri sono comunque arrivati nei grandi stadi. E' sempre così, le “biciclette”, i “cucchiai”, le acrobazie col tacco e tutte le altre magie con il pallone tra i piedi nascono in certi cortili lontani mille miglia dall’occhio delle telecamere. I loro inventori sono i miei eroi.

Sperano che il tempo sia un signore distratto, ma non ci contano troppo. Fosse per loro, rimarrebbero inchiodati a quelle partite per sempre: una volta vincitori, un’altra vinti. Dinamica perfetta, rassicurante come nessuna vita adulta può esserlo.

Guagliòpalla o porta?

Fabrizio Scarfone




Segui UsCatanzaro.net su Twitter
Links Correlati
· USCatanzaro.Net
· Altre notizie Catanzaro News
· News by ivan pugliese


Articolo più letto relativo a Catanzaro News:
Il nuovo Logo del FC Catanzaro


Gradimento articolo
Punteggio: 4.42
Voti: 28


Vota per questo articolo:

Scarso
Sufficiente
Buono
Ottimo
Eccellente



Opzioni

Pagina stampabile  Pagina stampabile

Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

"Login" | Login/Crea Account | 10 commenti | Cerca discussione
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: ''Un'ultima stagione da esordienti'' (Voto: 1)
di Danilevicius il Lun, 22 mar 2010 15:27 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Bravo Fabriziedru  ;-)
d.m.



Re: ''Un'ultima stagione da esordienti'' (Voto: 1)
di ITALOS il Lun, 22 mar 2010 15:33 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
fantastico...



Re: ''Un'ultima stagione da esordienti'' (Voto: 1)
di Alex81 il Lun, 22 mar 2010 18:41 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
GRAZIE



Re: ''Un'ultima stagione da esordienti'' (Voto: 1)
di WandaPiombo il Mar, 23 mar 2010 09:37 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Il campetto era dai più conosciuto come "Dietro l'asilo". Erano tempi in cui il ricordo non possedeva ancora il suo embrione e il futuro era un altro goal in quella parete a muro... Grazie... da un tuo Amico Fraterno



Re: ''Un'ultima stagione da esordienti'' (Voto: 1)
di WandaPiombo il Mar, 23 mar 2010 09:47 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Rettifico: in quella porta a muro... mi ero ubriacato di ricordi...



Re: ''Un'ultima stagione da esordienti'' (Voto: 1)
di WandaPiombo il Mar, 23 mar 2010 09:47 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Rettifico: in quella porta a muro... mi ero ubriacato di ricordi...



Re: ''Un'ultima stagione da esordienti'' (Voto: 1)
di WandaPiombo il Mar, 23 mar 2010 10:05 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Ed ero talmente ubriaco che l'ho inviato due volte



Re: ''Un'ultima stagione da esordienti'' (Voto: 1)
di mistuffo il Mar, 23 mar 2010 10:07 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Non preoccuparti Wanda, con un nick così poteri puru ma mbulichi nu paru e vafhanculu, ti sarebbe concesso. Ottimo il pezzo, quanti ricordi "arretu u stadiu"...E' la vita bellezza, mannaialamado**a



Re: ''Un'ultima stagione da esordienti'' (Voto: 1)
di WandaPiombo il Mar, 23 mar 2010 10:24 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Grazie per la comprensione, mistuffo. Anche il tuo nick la dice lunga... ora che non vivo più a Catanzaro, l'ironia mordace dei miei concittadini è un balsamo che ho il privilegio di non perdere grazie a questo sito. Molti di noi avranno giocato insieme in quel campo... Il tuo anatema crittografato ci sta tutto... A presto Fratelli!



 

Powered by ECSnet - Designed by IDEAWEB

www.uscatanzaro.net è il media di distribuzione del periodico telematico "Sanguinis Effusione"
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione con numero 49/2003
Direttore Responsabile è Francesco Ceniti.
L'Editore della Testata è l'Associazione "Il Catanzaro nel Cuore - Sanguinis Effusione", con sede in Roma.
Il Presidente dell'Associazione è Gennaro Maria Amoruso.
"Sanguinis Effusione" ha periodicità plurisettimanale ed ha carattere sociale, culturale, di costume e sportivo.
Informiamo gli utenti che tutti i Forum di questo sito, sono liberi, e data la mole di post inseriti, non è possibile verificarne sempre i contenuti.
L'uso costruttivo degli stessi è a carico del buon senso degli utilizzatori.

Visualizza la Policy sulla Privacy | Visualizza la Policy sui Cookie


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.173 Secondi