Benvenuto su UsCatanzaro.net VILLA FATA

Catanzaro News
· Verranno a chiederti
· Terminati i tagliandi destinati ai tifosi catanzaresi. Oggi in trecento all'allenamento
· Sarà un problema garantire la presenza dei tifosi giallorossi a Vibo
· Un'altra settimana di passione. Mercoledì tutti all'allenamento
· Catanzaro-Vibonese 3-2: la fotogallery
· Catanzaro-Vibonese 3-2: gli highlights
· Catanzaro-Vibonese 3-2: le pagelle
· Erra: «Grande reazione, ma tutto è ancora in bilico» [VIDEO]
· Catanzaro-Vibonese 3-2: la Striscia Video
· Catanzaro - Vibonese 3-2

[ Mostra altri articoli ]

Vota Celia

[
Invia una notizia ]
[ Archivio News ]
[ Il Forum sul Catanzaro ]


Catanzaro Night News
· Saranno adeguati gli organici del Tribunale di Catanzaro. Soddisfatto Gratteri
· Esenzione ticket, denunciati in 221
· Ndrangheta, duro colpo ai clan del lametino
· Quattro sindaci, 21 liste e un esercito di candidati
· I tifosi del Catanzaro vanno da Gratteri
· “Olimpiadi di Problem Solving” terzo posto per un alunno del B.Citriniti di Simeri Crichi
· Quattro aspiranti a Sindaco, 21 liste e 621 candidati
·  Controlli straordinari: otto arresti e diverse denunce
· Otto scarcerazioni a Catanzaro, Coisp chiede ispezione nel Palazzo di Giustizia
· Rinvenuti fucili e munizioni in un’abitazione, arrestati padre e figlia

[ Mostra altri articoli ]

Vota Mellea

[
Invia una notizia ]
[ Archivio C.N.N. ]
[ Il Forum "La Città" ]


Diventa sostenitore
Aiutaci a diffondere l'informazione libera!


Risultati
Risultati Spareggi

 
  - 21-5-2017 16:30
CatanzaroVibonese3-2
MelfiAkragas0-0

[ Calendario completo ]

Classifica

85Foggia47Catania
74Lecce47F. Andria
65Matera45Reggina
64Juve Stabia44Messina
57Siracusa42Monopoli
57V. Francavilla39Akragas
55Cosenza39Vibonese
50Paganese38Catanzaro
49Fondi34Melfi
49Casertana30Taranto

[ Classifica dettagliata ]

Turno Spareggi

 
  - 28-5-2017 17:00
ViboneseCatanzaro
AkragasMelfi


Utenti online
In questo momento ci sono, 297 Visitatori(e) e 80 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

Utility
· AvantGo
· Wap
· I forum
· Chat
· Download
· Links
· Sondaggi
· Statistiche
· Meteo
· Segnala questo sito
· Cerca nel sito
· Gestione account

WebMail

Accesso ad Internet con casella di posta elettronica!

Cerca

 
TatticaMente!: Catanzaro-Pescina=1-2 L'analisi di Paolo Carnuccio
Pubblicato da Paolo Carnuccio il Mar, 06 nov 2007 08:00 CET
Contributo di Paolo Carnuccio


Catanzaro-Pescina=1-2 L'analisi di Paolo Carnuccio

ANALISI
CATANZARO-PESCINA=1-2
Di Paolo Carnuccio

 

La partita ha offerto discrete considerazioni tecnico-tattiche.

Il Catanzaro schierava la stessa formazione vittoriosa a Marano con un 4-4-2 di base, mentre il Pescina rispondeva con lo stesso modulo tattico, in cui De Angelis e Pomponi si posizionavano in mezzo al campo con compiti di organizzazione del gioco.

Si notava immediatamente la maggiore sveltezza nella circolazione della palla a centrocampo, dove Cianni e Berardi imprimevano delle accelerazioni improvvise con aperture in verticale per i compagni, mentre il Pescina, seppur ordinato, non riusciva a reggere il ritmo.

La buona condizione psicologica del Catanzaro permetteva alcune giocate in sicurezza con costruzione di palle gol.

Il Pescina, tuttavia, trovava il gol del vantaggio, forse nel momento migliore dei giallorossi, attraverso un errore difensivo di Gimmelli con prodezza di Bettini che rovesciava in porta dopo un colpo di testa sulla traversa.

Dopo una palla persa in modo banale a centrocampo con una ripartenza, a dir la verità non troppo veloce, con difesa schierata, il Pescina perveniva al raddoppio, ancora con Bettini, che sfruttava con un taglio l’errore della difesa del Catanzaro.

Il doppio vantaggio immeritato degli ospiti creava degli scompensi nei giocatori di casa che, nello sforzo di recuperare in fretta, si lasciavano prendere dal nervosismo.

Berardi e Cianni, dotati di buoni piedi, entravano in crisi nella fase di recupero veloce della palla, poiché sprovvisti entrambi di prevalenti caratteristiche di interdizione, Merito e Ferrigno non davano mai pericoli alla difesa avversaria né profondità alla manovra, Marchano era un pesce fuor d’acqua mai servito per vie aeree congeniali alle sue qualità.

Il Pescina, per nulla trascendentale, sotto ritmo forse per il dispendioso turno infrasettimanale, si arroccava in difesa con Lonardo e Filippi (ottimo giocatore) per terminare il primo tempo senza patemi.

Nella ripresa il Catanzaro si riorganizzava e cominciava a macinare gioco, il ritmo si alzava di nuovo ed il Pescina andava in difficoltà.

Cittadino non modificava il progetto tattico dando fiducia a Ferrigno e Merito, completamente assenti nella prima parte di gara.

Dopo un occasione sprecata da Sansone, sempre per errore difensivo, il Catanzaro diventava sempre più pericoloso con l’innesto di Bueno e la crescita di Ferrigno in fascia sinistra.

La squadra giocava sempre, e solo, sull’esterno presidiato dal capitano che alimentava costantemente la manovra nell’area ospite.

Durante l’ennesimo affondo, Berardi trovava il gol della speranza che esaltava ancora di più l’undici giallorosso.

Il finale era un forcing, gli innesti di Ancione ed Alesasndo davano ossigeno al centrocampo con il Pescina letteralmente in balia dell’avversario.

Alcuni episodi contestati (rigore su Ciano, mancata concessione della regola del vantaggio con conseguente doppia ammonizione ed espulsione di Ferrigno) e qualche azione sfortunata impedivano al Catanzaro di arrivare ad un meritato pareggio.

Conclusioni. Dopo la brutta prestazione contro il Monopoli la squadra ha offerto due buone prestazioni sotto il profilo del gioco. Nonostante le persistenti lacune di condizione di alcuni giocatori, gli infortuni ricorrenti, la mancanza di alternative valide in ruoli importanti per lo sviluppo della manovra e per la possibilità di diverse soluzioni tattiche, gli errori arbitrali, le incertezze sulla sorte della società, la squadra evidenzia carattere e motivazione. Ad un terzo del campionato può essere un segnale positivo, e Cittadino lavora molto bene sotto il profilo psicologico, ma per conquistare i play-off è necessario avere continuità di rendimento.

                                                                                              Di Paolo Carnuccio




Segui UsCatanzaro.net su Twitter
Links Correlati
· USCatanzaro.Net
· Altre notizie Catanzaro News
· News by Paolo Carnuccio


Articolo più letto relativo a Catanzaro News:
Il nuovo Logo del FC Catanzaro


Gradimento articolo
Punteggio: 1.33
Voti: 12


Vota per questo articolo:

Scarso
Sufficiente
Buono
Ottimo
Eccellente



Opzioni

Pagina stampabile  Pagina stampabile

Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

"Login" | Login/Crea Account | 0 commenti
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

 

Powered by ECSnet - Designed by IDEAWEB

www.uscatanzaro.net è il media di distribuzione del periodico telematico "Sanguinis Effusione"
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma, Sezione per la Stampa e l'Informazione con numero 49/2003
Direttore Responsabile è Francesco Ceniti.
L'Editore della Testata è l'Associazione "Il Catanzaro nel Cuore - Sanguinis Effusione", con sede in Roma.
Il Presidente dell'Associazione è Gennaro Maria Amoruso.
"Sanguinis Effusione" ha periodicità plurisettimanale ed ha carattere sociale, culturale, di costume e sportivo.
Informiamo gli utenti che tutti i Forum di questo sito, sono liberi, e data la mole di post inseriti, non è possibile verificarne sempre i contenuti.
L'uso costruttivo degli stessi è a carico del buon senso degli utilizzatori.

Visualizza la Policy sulla Privacy | Visualizza la Policy sui Cookie


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.200 Secondi